mercoledì 1 novembre 2017

Jpop: gli annunci del comics



Devo dire che non pensavo di scrivervi niente per un po'. Lo so, come esordio è brutto, ma dopo questo mese pensavo di prendermela comoda, andare al comics (domani), rilassarmi ecc... Invece eccomi qui, a parlare degli annunci di Jpop.

Credo in tutti i miei post di aver esplicitato quello che penso della Jpop, ma riassumerò brevemente il concetto: la Jpop è il male! Jpop=morte. Jpop=sofferenze infinite. In pratica la jpop e l'inferno nella mia mente hanno concezioni simili, solo che la prima è auto inflitta. Se a qualcuno sfugge il perchè, anche se ne dubito, la ragione è che la jpop ha titoli validissimi e interessanti che pubblica, quando li pubblica, con un lentezza estrema ed accompagna l'alto costo del prodotto (Tableau Gate costa €6,90) alla scarsissima qualità (pessime traduzioni, materiali scadenti ecc...). Questo non è sempre vero, ma della serie sopracitata (che ammetto non compreranno tantissimi, tutt'altro) ci sono volumi tradotti talmente male che sarebbe davvero da seppellirceli sotto.

Comunque veniamo agli annunci!
Vorrei parlarvi intanto di quelli che mi stanno spingendo sull'orlo del suicidio, ossia quelli che adoro e che avrei davvero voluto veder pubblicati... da Starcomics o Planet Manga. Fortunatamente sono solo due titoli:

Blood Bank di Silb
L'ho temuto, tanto, ma tanto, ma tanto.... Quando hanno detto che avrebbero pubblicato Killing Stalking ho temuto si sarebbero appropriati anche di questo gioiellino. Blood Bank è meraviglioso, ma ci mette un po' a partire e a prenderti veramente... e ora è in mano alla JPOP...
A mio avviso Blood Bank non è uno yaoi che può essere apprezzato immediatamente. Fino al capitolo 17 è un normale yaoi con l'aggiunta della componente SM. Dal capitolo 17 la storia inizia a farsi complessa e tu inizi a ossessionartici perchè si presentano sempre più misteri. Avere una pubblicazione lenta in modo esasperante per un titolo simile equivale quasi alla morte, almeno a mio avviso.
recensione

Horimiya di Daisuke Hagiwara e Hero
Altra storia meravigliosa, questa volta shonen. Horimiya è un manga incredibilmente delicato, romantico, divertente e slice of life, cosa che non sempre apprezzo. Questo manga è un eccezione al tipico manga che mi piace di solito, però mi ha fatto davvero impazzire, mi è piaciuto tantissimo. Sono 11 volumi... in corso...
Il manga, come ho detto è un amore, ma l'ho trovato abbastanza lento, con pochi colpi di scena vera e propri e una trama molto tranquilla. L'ho apprezzato comunque e tutt'ora lo leggo in inglese, ma gli avvenimenti non hanno un ritmo serrato e se alla lentezza della storia aggiungi la lentezza di JPOP.... ho paura della fine che farà questa serie.
recensione
Gli altri annunci:
  • The promised neverland di Shirai Kaiu e Posuka Demizu, shonen, 5 volumi in corso 
  • Yatamomo di Harada, yaoi, 3 volumi concluso
  • Made in Abyss di Akihito Tsukushi, seinen, 6 volumi in corso
  • Shimanami Tasogare di Yuuki Kamatani, seinen, 3 volumi in corso 
  • I Sette Figli Del Drago di Ryoko Kui, volume unico
Ovviamente per questi ultimi titoli interesse zero (mi spiace), ma sono già abbastanza in lutto per gli altri due.

Domani vado al comics... pensatemi. >___<
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento