venerdì 28 agosto 2015

Teen wolf: questa prima parte della stagione



Ho aspettato un paio di giorni per vedere se riuscivo ad ammorbidire i toni, ma non ci riesco! Non posso proprio!

Questa prima parte di stagione è stata una cosa unica. Ho rivolto così tanti insulti a Theo che nemmeno me li ricordo tutti, un paio manco esistevano prima della visione della 5X10. Cody Christian è un bravo attore però ha dato volto, voce e vita ad un personaggio che non puoi fare a meno di odiare con ogni cellula del tuo umanissimo corpo. Questo perchè è un grandissimo sociopatico, che sfascia tutti i rapporti più importanti dei protagonisti: allontana Scott da Stiles (la scena di loro due che parlano sotto la pioggia mi ha spezzato il cuore più di quanto abbia fatto la morte di Allison, il che è tutto dire); Malia dal resto del branco (perchè? Ditemi solo perchè non vuole dire agli altri che sua madre l'ha attaccata quando era bambina, tentando di ucciderla? Solo perchè si mette in testa di ucciderla? Solo per quello??? ) e fa in modo che Liam si rivolti contro Scott (e povero ragazzo, tra la superluna e la perdita del primo amore e tutto il resto dell'immenso casino che lo circonda, è quasi da capire se s'è fatto raggirare... in fondo quel grandissimo carciofo del suo Alpha è entrato in stato rincoglionimento questa stagione e si è fatto raggirare alla grande anche lui).
E' talmente odioso come personaggio, Theo, che gli dai la colpa anche di azioni e decisioni non sue. Talmente odioso che vuoi morto più lui dei dottori del terrore. 

La serie comunque è iniziata in modo strano: nelle prime puntate Kira era utile a qualcosa. Ha sferrato qualche attacco niente male, ha messo KO una telecamera, ha tagliato la coda a una kanima. Insomma, non era la solita Kira. Ero talmente sorpresa che pensavo positivo, sicura che tutto sarebbe andato bene. Ma mi sbagliavo ovviamente, era opera dei dottori del terrore, pensare che Kira si fosse data una svegliata era una pia illusione. Se ne va verso le ultime puntate, provocando un vago risveglio della coscienza di Scott, che sembrava del tutto rincoglionito poco prima. Finalmente, dopo che lei è partita, Scott si accorge di quello che era già chiaro da diverse puntate: le cose sono cambiate con i suoi amici. Non c'ha messo niente ad accorgersene!

Stiles uccide Donovan e la situazione precipita: Stiles si chiude in se stesso, smette di dire la verità ai suoi amici, si allontana da Malia che dal conto suo scopre che è stata la madre biologica a tentare di ucciderla e a provocare la morte della madre adottiva e della sorella e si allontana a sua volta, nascondendo a tutti il suo piano matricida. 
L'immensa crisi di Stiles ho fatto non poca fatica a capirla, perchè il senso di colpa lo spinge ad allontanarsi dagli altri. Okay, ha ucciso qualcuno, ma quando era un Nogistune ha ucciso Allison e la cosa lo ha a mala pena toccato, ora uccide uno psicopatico che vuole farlo a pezzi, per di più lo fa fuori per sbaglio, ed è una tragedia ingestibile. Non ha senso. E' giusto che ci stia male, capisco che in un primo momento si allontani dagli altri, che faccia fatica ad elaborarlo, ma che poi continui di quell'andazzo no. Non presta nemmeno più attenzione a niente. Porca paletta, il tizio che lo segue in biblioteca ha il pass di Liam, entra senza problemi e lui nemmeno se ne accorge. Io era da quattro puntate che continuavo a dirglielo: notalo! Per non parlare degli occhi di Theo che rimangono d'oro anche se uccide una chimera. Ma porca paletta, ha avuto il nogistune in testa per uan stagione che gli ripeteva "Quando una porta non è una porta?" e non si è nemmeno chiesto "Quando un licantropo non è un licantropo?"?!!! E che cavolo! Stiles ha sempre avuto questa capacità, quella di notare questi eventi, eppure niente.
E poi, porca paletta, ma Malia! Che poi alla fine lo sapeva, ma comunque. Malia che è pro omicidio, gli vai a nascondere che hai fatto fuori uno per difenderti? Malia non lo ha mia giudicato o fatto sentire giudicato, non le importa di arrivare a uccidere per difendere se stessa o le persone a cui tiene, cavoli poteva parlarle!!!!! Senza contare che ha abbandonato la sua amata Jeep! Quando è in macchina con Malia e il carro attrezzi porta via la jeep il mio cuore ha fatto "crack" per la seconda volta durante quella puntata.
Almeno prendendo a pungi Theo ci ha tolto una soddisfazione...

Liam si innamora di Hayden e le cose si mettono male, prima del finale in cui diventano un casino totale. Il primo amore, con tutto quello che comporta, i riferimenti alla storia tra Allison e Scott si sprecano, non ultima l'ultima scena con Liam che tiene in braccio una Hayden ormai priva di vita. Devo dire che in questa stagione ho apprezzato tantissimo, è molto più deciso, più agguerrito e più forte della scorsa stagione, meno impaurito. I dottori del terrore continuano a mietere vittime, ma Liam continua a combattere con tutte le sue forze. Mi è piaciuto tantissimo anche che all'inizio della serie si sia rivolto a Brett per avere qualche altra informazione, in un certo senso è stato un modo di far vedere che è maturato: ha messo al secondo posto al sua rivalità per il benessere di una persona.

E Lydia, lei ormai è semplicemente meravigliosa! Dalla prima stagione il personaggio si è evoluto tantissimo, tanto che sono passata dal sopportarla ad amarla profondamente. Lydia in questa stagione è davvero eccezionale, tenta di aiutare Parrish a capire cos'è, tenta di salvare le chimere, si dimostra incredibilmente coraggiosa ed altruista. ero convintissima che lei e Parrish finissero insieme, invece niente. Per di più Theo, l'odiatissimo Theo, le mette gli artigli addosso.... Non ho mai desiderato ucciderlo come in quel... (Rapido ricordo della puntata) no, in effetti ho desiderato ucciderlo più e più volte. Quell'essere deve morire!
Ora capisco l'inizio della stagione, con Lydia che è all'Echo Hause, per colpa di quello che le ha fatto Theo è del tutto normale che sia uscita fuori di testa, povera crista!

Il finale sa molto di TVD e di Supernatural: chimere che tornano in vita, Scott il cui cuore riprende a battere dopo 15 minuti (un realtà quello me lo aspettavo, ricordiamoci che nella stagione precedente Scott era rimasto morto per mi pare circa un'ora)... Sembra chiaro che nella prossima metà della stagione vedremo i due branchi scontrarsi.

Insomma, per riassumere questa prima metà della stagione è stata una cosa che ti distrugge dentro, veramente, ma è fatta benissimo. I Dottori sono spaventosi, Theo è odioso tanto che vorresti solo farlo morire tra atroci sofferenze e l'intreccio della storia è molto interessante, però c'è un ma: in questi cinque anni hanno costruito personaggi e relazioni tra loro molto ben strutturate che qui sono andate rovinandosi e se per alcune cose è comprensibile, per altre proprio non tornano. In particolare il rapporto tra Scott e Stiles (credo siano loro la coppia più amata del telefilm alla fin fine, la loro amicizia è bellissima) che si deteriora fino a quel punto. Scott che non crede in Stiles, che lo respinge, che non ascolta la sua versione, che non si rende conto che l'amico si sta allontanando e che non fa niente per riavvicinarsi. Stiles che mente a Scott, che non ha fiducia in lui. Sono due cose che proprio non tornano, non per come sono stati costruiti i personaggi fino a questo momento.

Non ci resta che aspettare il seguito, fiduciosi che le cose possano sistemarsi in qualche modo.
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento