domenica 30 agosto 2015

Akagami no Shirayuki-hime di Sorata Akizuki


Periodo di scarsi telefilm per me vuol dire periodo di anime! E allora partiamo alla scoperta di nuove cose da vedere (non mi piace guardare un anime se mi sono già letta il manga, non so perchè)!
Il primo anime sottotitolato che mi è capitato sottomano in questo caldo periodo estivo è stato proprio "Akagami no Shirayuki-hime" (la traduzione letterale del titolo dovrebbe essere "Biancaneve ha i capelli rossi").

Protagonista della storia è una giovane ragazza di nome Shirayuki, che fa la farmacista (o l'erborista). Indipendente e dal carattere deciso, Shirayuki ha dei lunghi capelli rossi che attirano l'attenzione del principe del suo paese. Il ragazzo le manderà una guardia a dirle di preparare i bagagli perché il giorno dopo verrà a prenderla per farla diventare la sua concubina. Inizialmente scioccata, Shirayuki si riprende in fretta e dopo aver lasciato le medicine per tutti i suoi pazienti, si taglia i lunghi capelli, lasciandoli al principe, dopo di che fugge. Nella foresta fa la conoscenza di due ragazzi e una ragazza: Zen, Mitsuhide e Kiki, che finiranno con diventare suoi amici. Zen si rivelerà poi essere un principe e grazie alla sua posizione riuscirà a salvare Shirayuki dal principe che le da la caccia.
Sebbene sia scontato che i due finiranno per innamorarsi, la storia non risulta né banale né noiosa, questo perché Shirayuki si rivela un personaggio dal carattere forte e deciso, totalmente indipendente, che non ha bisogno di un principe che la salvi, ma al tempo stesso abbastanza intelligente da non rifiutare gli aiuti (per un attimo mi era venuta in mente Misaki di "Kaichou wa Maid-sama!" mentre la descrivevo, e ci tengo a precisare che sono del tutto diverse come personaggi).

La serie di Sorata Akizuki (ha pochissimi manga pubblicati e nessuno conosciuto a parte questo), iniziata nel 2007, non si è ancora conclusa in Giappone e per ora conta ben 14 volumi(sul sito dell'Hakusensha potete trovare in prima pagina un illustrazione proprio di questo manga. la rivista che lo pubblica è Lala, dove figura la notizia dell'uscita dell'anime). La JPOP, tanto tempo fa (una cosa tipo due anni e più fa), annunciò la prossima pubblicazione avendone acquistato i diritti, pubblicazione che a distanza di anni non è mai avvenuta (scegliete voi se gioire o piangere). A tutt'oggi non ci sono notizie di una prossima uscita in Italia.
L'anime, dello studo Bones,  è uscito il 6 luglio di quest'anno ed è tutt'ora in corso. Per ora conta otto episodi di circa 24 minuti l'uno (considerando che di solito gli anime sono di 12 episodi direi che siamo quasi alla fine).

Sinceramente parlando la serie è carina però il manga appare tirato un pochino troppo per le lunghe, anche perchè dopo le prime battute, dove i due si confessano i loro sentimenti (mi pare avvenga nel 4° o forse nel 5° volumetto, se non addirittura prima), la storia sembra ferma, tanto che neppure tu sai bene cosa aspettarti.
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento