lunedì 6 marzo 2017

Horimiya di Hero e Daisuke Hagiwara


Buonasera lettori!
Volevo parlarvi di uno shoujo... e invece niente! Eccomi qua a parlarvi di Horimiya, che è uno shonen, ma che un sa abbastanza si shoujo... quindi forse mi salvo? Speriamo? Oppure no. Shoujo o non shoujo, il maga ha una storia dolcissima, quindi drizzate le antenne (o gli orecchi, come fa la mia Taby).


Horimiya 
di  Hero e Daisuke Hagiwara
Volumi: 10 (in corso)
inedito
Anno di pubblicazione: 2011
Casa editrice: Square Enix
Rivista: GFantasy
Genere: shonen, commedia, scolastico, slice of life, romantico

Kyoko Hori è una delle ragazze più popolari della scuola: bellissima, molto curata e intelligente, ha un carattere aperto e fa amicizia facilmente. Nasconde però un segreto:il lavoro dei genitori che li porta spesso a mancare da casa, l'ha fatta diventare una perfetta casalinga che non veste minimamente i panni della ragazza alla moda, tutt'altro!
A scoprire questo segreto è Izumi Miyamura, suo compagno di classe che sembra essere totalmente diverso da lei: Miyamura infatti ha un aspetto da otaku, un aria tetra e un carattere chiuso che lo portano a non avere amici. Il realtà il ragazzo nasconde sotto la divisa diversi pircing e tatuaggi, e tolti gli occhiali e raccolti i capelli è a dir poco bellissimo.
I due finiscono per fare amicizia grazie al fratellino di Hori...

Voto:



La prima volta che mi sono messa a leggere Horimiya ero incuriosita dai disegni, che ricordano molto quelli degli anime più che dei manga e in una sera mi sono letta al pc la bellezza di 4 volumi (i miei occhi sanguinavano).
Mi sono piaciuti subito tantissimo i personaggi. Hori è un personaggio particolare, inizialmente sembra molto posata e seria, soprattutto è bravissima a scuola, si occupa della casa e del fratello minore, non pensa praticamente mai a se stessa ed è molto gentile. Credo che la cosa che mi sia piaciuta più di quando Miyamura entra nella sua vita è che Hori inizia un attimo, per la prima volta, a fare qualche capriccio, ad ammettere qualche sua debolezza. Ci sono cose che non mostra al di là della propria famiglia, infatti nessuno sa come è Hori a casa, addirittura alcune amiche quando la vedono senza trucco non la riconoscono. 
Con Miyamura è diverso già dall'inizio lei è possessiva, gli chiede di non mostrare com'è al di fuori della scuola a nessuno tranne che a lei. Il ragazzo accetta anche perchè prova gli stessi sentimenti che prova lei, perchè quello è un qualcosa che appartiene solo a loro. Ho trovato molto dolce tutto questo.
Dal canto suo Miyamura ha un passato particolare alle spalle: alle medie era isolato da quasi tutti i suoi compagni di classe, ha nove prircing alle orecchie che si è fatto da solo con una spilla da balia (non posso immaginare quanto fare dannatamente male, gli autori hanno zero pietà), non ha amici, non riesce a comunicare in modo aperto con gli altri ed è chiuso in se stesso. Per questo il fatto che Hori, soprattutto in considerazione di chi lei è, lo accetti così com'è nella sua vita ha un così grande peso per lui. 
All'inizio, quando il legame tra lui e Hori si forma e i due diventano amici lui non pensa di poter essere in qualche modo speciale per lei, anche se è così. Questa sua insicurezza cambia quando si rende conto che questo modo di vedere le cose è arrivato a far soffrire lei. 
Ho apprezzato molto vedere quanto il mondo di Miyamura si amplia grazie a Hori. Il ragazzo riesce pian piano a farsi degli amici, a creare dei legami solidi con persone che, conoscendo com'è veramente lo apprezzano e lo spalleggiano quando si trova ad affrontare le difficoltà (sopratutto quando la storia tra lui e Hori viene fuori).

Ho amato il modo in cui questi due si mettono insieme: Horimiya non è un manga tirato per le lunghe, ma non è nemmeno precipitoso, si prende il giusto spazio e tempo per far accadere le cose.
I due si mettono insieme in modo del tutto naturale, dopo alcuni volumi e la storia prosegue come una normale storia, niente cose particolarmente assurde: niente ex fissati in modo irrazionale con uno dei due, niente colpi di scena inverosimili né altro.
Tuttavia andando avanti va detto che il manga diventa un pochino dispersivo, perchè, anche per rendere la storia un pochino più attiva, l'attenzione viene focalizzata sui personaggi secondari... e sembrano anche spuntarne sempre di nuovi!!!!


Il manga è tradotto in italiano dal sito Oyasumi Chun Chun, un sito che ha fatto un meraviglioso lavoro sia con la traduzione che con l'editing. Tutti i capitoli sono reperibili online, quindi che aspettate???
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento