giovedì 31 luglio 2014

Shuriken no Pleats di Matsuri Hino


Dopo tanto, tanto, tanto, tanto tempo è finito Vampire Knight....
Hino sensei ha quindi iniziato praticamente subito a buttare giù un altro manga: Shuriken no Pleats, pubblicato dall'Hakusensha su Lala. Il significato del titolo dovrebbe essere qualcosa tipo "Shuriken e gonna a pieghe" o qualcosa di simile. Il genere che abbraccia questa volta sembra più riguardare l'azione che il paranormale e per il primo capitolo non si riesce ancora a scorgere qualcosa di veramente romantico, ma vista l'autrice c'è da essere praticamente certi che sarà uno shojo.



La storia, che ho letto in inglese su Baka-updates Manga, è più o meno questa:
Con la Restaurazione Meiji e l'abolizione dei ninja, che una volta erano temuti e rispettati, questi sono stati costretti a nascondersi per continuare il loro lavoro in assoluta segretezza. Nei tempi moderni, i discendenti di un certo clan ninja hanno continuato l'eredità dei loro antenati utilizzando le arti ninja nel loro lavoro come guardie del corpo per le persone ricche e famose. 
Kirio Mikage è la figlia del CEO della "Shadow Village Company", una società privata di sicurezza che opera come copertura per l'attività di un clan ninja. Da quando è nata il padre ha continuato ad allenarla per essere un ninja, inculcandole il loro motto nella testa: "Sii un'ombra". Fin da quando era bambina l'unica presenza rassicurante nella sua vita era il suo datore di lavoro: James G. Rod. Rod è un misterioso uomo d'affari britannico che sta utilizzando la "Shadow Village Company" per la sua sicurezza personale. 
Quando Mikage aveva solo 10 anni, Rod ha chiesto che le fosse assegnata a completare il suo apprendistato come parte della sua squadra di sicurezza. Sua moglie, che amava teneramente, era giapponese, ma lei e la figlia sono stati uccisi dai nemici di Rod prima di rivolgersi alla Shadow Village Company. Rod sembra considerare Mikage come una sostituta della figlia che ha perso, mentre lei è mezza innamorata di lui visto che è l'unica persona che le abbia mai mostrato gentilezza. Un giorno Rod chiede a Mikage di poterla adottare e di mandarla a scuola in Giappone, dove potrà vivere come una normale adolescente, così da poter condurre una vita felice. Mikage è turbato dalla sua offerta a causa dei suoi sentimenti per lui e anche per il fatto non irrilevante che la punizione per ogni ninja che gira le spalle al clan è la morte. Ma prima che abbia la possibilità di decidere, Rod viene ucciso in un bombardamento. Mikage scopre dopo la sua morte che, prima di essere ucciso, Rod aveva pagato Shadow Village Company una somma pari a quanto lei avrebbe guadagnato in tutta la sua vita in cambio della libertà dai suoi obblighi verso il clan. Per onore la sua memoria, Mikage decide di soddisfare il desiderio che Rod le aveva espresso e torna quindi in Giappone per frequentare il liceo.

I disegni della Hino, come al solito, sono molto belli. Purtroppo però la protagonista assomiglia da morire a Yuki di Vampire Knight... forse aveva poca immaginazione e ha creato un personaggio dalle fattezze simili o forse pensava che ci stesse bene qualcuno di simile a Yuki. Comunque sia a parte lei nel primo capitolo non troviamo praticamente nessun'altro personaggio che, almeno teoricamente, continuerà a essere presente nel manga. Anche se a onor del vero nell'ultima scena del capitolo Mikage si precipita a salvare un tizio in giacca e cravatta che potrebbe anche essere uno dei personaggi fissi. Lui almeno non assomiglia né a Zero né a Kaname, il che fa ben sperare

Le premesse interessanti per ora a mio avviso mancano, ma visto l'autrice io darei fiducia. Voi che dite?
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento