lunedì 14 luglio 2014

Tacco 12, addio! di Leanne Banks


<<Un nuovo look e un tizio figo sono quello che ci vuole. Fidati di me, lo so. 
Ho scaricato un mucchio di ragazzi.>>
Amelia si morse il labbro. Quella ragazza non aveva idea. <<Ero fidanzata.>> disse 
<<Te l'ho detto l'altro giorno, ricordi? Lui mi ha scaricata>>
Brook sgranò gli occhi. <<Oh,>> disse, <<Allora ti ci vorrà qualcosina di più. 
Un nuovo look e due tizi fighi.>>

Buongiorno lettori! Sono ancora viva! Le vacanze mi hanno trascinato via per un po', poi il tirocinio ha fatto il resto. Ma ora sono riemersa dalla vita reale per tornare a quella digitale e a stressarvi con le mie letture. Passiamo quindi all'argomento di questo post: "Il libro". Non un libro qualunque, ma il terzo della serie  che parla della famiglia Bellagio!
Era il lontano (ma non troppo) 2008, un anno che passerà alla storia o forse no, quando mi capitò per la prima volta tra le mani un libro di Leanne Banks. Il titolo era "Cuore e cioccolato" ed era il primo libro della serie dei Bellagio. Ancora non sapevo che era una serie, né che tipo di libri scrivesse l'autrice. Potremmo chiamarlo caso, potremmo chiamarlo destino, ma lo comprai pressoché alla cieca. Lo finii in poco tempo, totalmente incantata dalla storia, che si era rivelata non solo romantica, ma anche divertente e ironica. Quando tempo dopo uscì il secondo libro della serie, "La felicità a piccoli passi", non esitai un istante a comprarlo e ad innamorarmi di nuovo dei personaggi e dello stile di scrivere dell'autrice, frizzante e divertente. Da allora sono passati diversi anni.
Sorprendentemente siamo arrivati al terzo... sinceramente avevo smesso di sperarci, visto che continuava a non apparire. 

Titolo: Tacco 12, addio!
Autore: Leanne Banks
Editore: Harlequin Mondadori
Data di Pubblicazione: Maggio 2014
Pagine: 276
Prezzo: € 8.90
Trama: Per Amelia Parker, essere assegnata a lavorare per Lillian Bellagio, della Bellagio Calzature, nel suo resort nelle Florida Keys è una sorta di nuovo inizio, sebbene trattare con madame non sia proprio facile. Amelia ha però anche un compito tutto personale, stilare un elenco di cose che le piacciono e che non le piacciono, per riscoprire chi è veramente, dopo una bruciante delusione d'amore.
Al primo posto c'è certamente svegliarsi a due passi dal mare, abbandonando i tacchi a spillo per un paio di comode infradito. Ma non è sicura che da qualche parte nella lista ci sia spazio anche per rimanere travolta dal fascino di Jack O'Connell, detto "Lo Squalo". Il suo interesse per lei potrebbe avere un secondo fine, e Amelia potrebbe ritrovarsi di nuovo a indossare scarpe che le vanno troppo strette.
Voto: 

La mia opinione: Commedia romantica adattissima da leggere sotto l'ombrellone, i toni leggeri e frizzanti la rendono un divertente intrattenimento prima di entrare in acqua. La storia, oltre a questo stile di scrittura che apprezzo molto, ha note decisamente comiche, impossibili da non apprezzare.
Purtroppo però a questo giro la Bancks non mi ha conquistato completamente. Essenzialmente per due ragioni.
Prima tra queste abbiamo il protagonista che inizialmente inganna la nostra Amelia. Se è vero che Jack non le mente, le sue omissioni possono comunque essere considerate bugie e non di quelle leggere, visto che sfrutterà tutto ciò che in buona fede lei gli racconta per farsi spazio nel mondo dei Bellagio. Ovviamente una volta scoperto l'accaduto Amelia si mostra tutt'altro che amichevole e ha tutte le ragioni per reagire in quel modo. Quello che però mi scoccia è che tra i due non ci sia praticamente mai un vero confronto eppure tornano, quasi trascinati dagli eventi, a frequentarsi di nuovo.
La seconda ragione è che la storia tra i due, quella vera e propria, senza più bugie di nessun genere, non parte. L'ultimo segreto di Jack viene praticamente rivelato a fine libro, ma anche non considerando quello, la storia vera tra i due parte decisamente all'ultimo e non è una cosa che apprezzo molto. Proprio per questo il libro ha una fine un tantino inconcludente, che sebbene torni così, non mi ha emozionato per niente. 
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento