lunedì 18 luglio 2016

Sonna hitomi de minai de di Marina Umezawa


Ciao lettori!
Oggi parliamo di uno shoujo carinissimo che ho scoperto durante la scorsa estate, nel mio amatissimo e ormai defunto Raffmanga. Recentemente l'ho trovato tradotto in italiano quindi mi è venuta voglia di recensirlo.  

Sonna hitomi de minai de 
di Marina Umezawa
Volume:1 (concluso)
inedito in Italia
Anno: 2014
Casa editrice: Sho-comics
Rivista: Shogakukan
Genere: shoujo, scolastico, sentimentale

La trama è la seguente:
A Honami Suzumori piacciono solo i ragazzi con gli occhiali, anche se nemmeno lei sa perchè. Nonostante sia carina e anche abbastanza popolare, non ha mai avuto un ragazzo per via di questa sua fissazione.
Un giorno nella sua scuola arriva un bellissimo ragazzo con gli occhiali che la saluta e le sia avvicina subito: si tratta infatti del suo migliore amico trasferitosi quando era piccolo in un'altra città, Kazuma Saji. 
Il ragazzo le chiede di uscire e lei non riesce a rifiutare, anche perché praticamente incarna il suo ideale, ma inaspettatamente viene fuori che gli occhiali che porta sono finti!
Inaspettatamente Kazuma cambia faccia e le rivela di essersi avvicinato a lei per vendicarsi... ma sarà la verità? Quali sono le sue vere intenzioni?
Voto:


Sonna hitomi de minai de è un manga incredibilmente carino, un piccolo gioiellino racchiuso in un unico volume. La storia, semplice e parecchio scontata (ammettiamolo, l'originalità qui è stata parecchio lasciata a casa), è piacevole da leggere perchè non si dilunga eccessivamente.
Il manga, uno shoujo di genere romantico e scolastico, fa subito presa anche grazie ai disegni dal tratto piacevole e alle tavole ben delineate. Piacevole da leggere e senza eccessive pretese, il manga della sensei Marina Umezawa è un manga che le amanti degli shoujo non potranno che apprezzare, sebbene chi ha... definiamoli "palati più raffinati", potrebbe trovarlo insulso. Come ho detto le idee originali qui scarseggiano e la storia è trattata in un unico volume, ugualmente, chi ama il genere shoujo e non vuole per forza la nuova trovata unica, può apprezzarlo per la sua semplicità.

Il manga è stato tradotto da Manga Cosmo e dal sito Marimo Cafè (per ragioni incomprensibili ero convinta se ne fosse occupato un altro gruppo!). 
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento