martedì 14 febbraio 2017

Yuri!!!! On ice: nati per fare la storia!


Mi ci è voluto un po' per autoconvincermi a fare questo articolo, o meglio a finirlo. L'ho iniziato quattro volte, interrotto e poi ricominciato da capo. Questa è la quinta e spero sia la volta buona.

Con Yuri!!!! On ice le cose stanno così: o ti piace oppure no. Non hai via di mezzo. Non è un anime carino, non è qualcosa che dici "ma si, l'ho guardato per ammazzare il tempo". No, è proprio una cosa che va stranamente all'estremo: poi ossessionartici e entrare a far parte del fandom folle e perdutamente innamorato di questo anime o puoi disinteressartene totalmente. 
Non provoca reazioni tiepide, non sa nemmeno cosa sono le reazioni tiepide, YOI (acronimo di Yuri!!!! On ice) è un anime che da' il batticuore.

La storia è quella di Katsuki Yuri, un pattinatore di figura giapponese che al finale del Gran Prix fa una figura orribile e proprio davanti al suo più grande idolo: l'imbattuto, pluripremiato Viktor Nikiforov, che conquista in quell'occasione l'ennesima medaglia d'oro.
Scoraggiato il ragazzo torna in patria chiedendosi se sia meglio o meno ritirarsi e rinunciare al suo sogno. Una volta a casa dall'università però, mostra a una sua vecchia amica una cosa su cui ha lavorato: trattasi di una replica pressoché perfetta del programma di pattinaggio che Viktor ha eseguito nel Gran Prix. Sfortuna (o fortuna) vuole che il video sia messo in rete e riceva un numero incredibile di visualizzazioni... Tanto che il video finisce per vederlo perfino Viktor! 
A sorpresa Yuri si ritrova il suo idolo a casa (nudo, nel bagno all'aperto per la precisione), che gli fa una delle più incredibili proposte del mondo: fargli da coach per quella stagione, così che lui possa vincere l'oro.
Le cose però non sono mai così semplici e Yuri Plisetsky, giovane promessa del pattinaggio artistico, arriva dalla Russia per riprendersi Viktor....

Questo è quello che succede all'incirca nel primo episodio (forse qualche cosettina-ina del secondo) e non vado oltre nel raccontare la trama, sia perchè parte del bello dell'anime è vedere come andranno le gare di pattinaggio, sia perchè parlare dell'evoluzione e della crescita dei personaggi, delle loro dinamiche, vorrebbe dire svelare la parte più bella di YOI, togliendo quasi il gusto di guardarlo.

Yuri!!!! On ice è un anime sul pattinaggio artistico di figura maschile, cioè quello che non ho mai guardato perchè non mi interessava (a me piace quello femminile e adoro in modo folle Carolina Kostner, che per me è, come hanno detto una volta i commentatori, "un pezzo di arte sul ghiaccio". Adoro anche Kim Yuna, i suo programmi erano splendidi e il modo di pattinare era così elegante... TT). Comunque l'esistenza di un anime sul pattinaggio artistico sul ghiaccio mi ha subito fatto "drizzare le antenne" e ho deciso di guardarlo... e di prenderlo spietatamente in giro per i primi tre episodi. in cui ancora non ero nel trip mentale in cui sono ora.
Le dinamiche tra i due protagonisti infatti erano molto fan service all'inizio, ma poiché pensavo proprio fossero giusto un fan service e non sarebbero sfociati in niente a me veniva semplicemente da ridere e da prenderlo in giro (tra l'altro a YOI manca giusto una lettera per essere yAoi).
Mi ritrovavo molto nelle insicurezze e nelle crisi di Yuri, mi ricordava me stessa prima di ogni esame sostenuto all'università, con tanto di crisi isterica di pianto. A modo mio lo apprezzavo e mi catturava, nonostante continuassi a prenderlo spietatamente in giro.
Poi è successa questa cosa in questo episodio, il settimo se non sbaglio, in cui anche grazie a questo fan service molto verso il canon, finisci ormai per cadere nell'ossessione.
Per farla breve diciamo che dall'episodio 7 la coppia è ufficialmente canon e chiunque tentasse di trattenere il suo amore per questa coppia o quest'anime semplicemente si arrende. Una cosa tipo "fate di me quel che volete".

Se dovessi dire perchè prende così tanto direi che in parte è grazie a come sono stati costruiti i personaggi. Yuri è qualcuno con cui è facile identificarsi: non qualcuno con un talento incredibile e ineguagliabile e cui tutto riesce senza problemi, ma per cause esterne non ce la fa. Yuri è un ragazzo che è bravo, ma sopratutto che lavora veramente duro per riuscire a portare un programma vincente e ugualmente quando arriva al dunque entra nel panico e diventa il peggior nemico di se stesso. E per di più ha pure un metabolismo del cavolo! E' facile ritrovarsi in un personaggio così umano ed è incredibile quanto la sua relazione con Viktor riesca ad emozionarti.
Viktor è un po' il bello e misterioso della serie, il vero fulcro della maggior parte delle domande che ti poni guardando YOI, domande che troveranno risposta (le due "L", io non le posso dimenticare quelle benedette due "L"), basta portare un po' di pazienza.
Diverso peso avranno anche i personaggi secondari, tra cui non so se mettere o meno anche Yuri Plisetsky in quanto il suo personaggio ha molto spessore e anche un certo peso, ma non lo metterei tra i protagonisti, che comunque rimangono Viktor e Yurio. 

Il punto è, in definitiva, quest'anime è meraviglioso (e il 90% delle fan art che ho visto su di lui sono anch'esse meravigliose, e anche alcune dj sono davvero, ma davvero splendide). Guardatevelo! XD

Passo e chiudo! Buon San Valentino!
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento