venerdì 14 luglio 2017

Rock duro e puro di Nalini Singh


Buonasera lettori e lettrici!!!
Come state? Questo caldo uccide! E io in casa non ho nemmeno l'aria condizionata. Comunque in questi giorni mi sono portata avanti con le letture e nonostante il primo, disastro, libro di questa saga di Nailini Singh, ho deciso di comprare il secondo. Il fatto è che quei personaggi mi ispirano tantissimo e non ho resistito.
Ho fatto bene, è stato fantastico!


Titolo: Rock duro e puro
Titolo originale: Rock Hard
Autrice: Nalini Singh
Editore: Mondadori
Collana: extra passion 
Pagine: 316
Prezzo: € 5,90

Trama
Gabriel Bishop, ex giocatore professionista di rugby con un record insuperabile di presenze in campo, dirige ora il consiglio di amministrazione della Saxon & Archer con la stessa determinazione che ha fatto di lui una rockstar sportiva. Gabriel è abituato a suscitare reazioni nel sesso femminile. In sua presenza le ragazze alte, sicure di sé e sexy assumono atteggiamenti seduttivi. Ma Gabriel è anche il classico tipo che sa quello che vuole: Charlotte Baird. Charlotte è timida come una topolina, la tipica ragazza normale che intende far bene il suo lavoro e vivere il più defilata possibile. Per lei Gabriel, oltre a essere il suo capo, è un vero e proprio T-Rex. Ma anche gli affari di lavoro a volte riservano imprevedibili piaceri…


Voto:

La mia opinione:
Dopo aver letto il primo, questo libro mi è sembrato quasi un capolavoro e in un certo senso lo è: la storia è ben sviluppata, i personaggi approfonditi e il sesso non appare ogni due capitoli (grazie per questo miracolo!).
Gabriel è un personaggio un po' stereotipato, ma interessante, che risulta in ultima analisi credibile. Ho apprezzato molto la delicatezza con cui il personaggio maschile si avvicina alla protagonista, attento a non farla mai sentire in trappola, attento a cosa le serva davvero.
La topolina Charlotte è ... un personaggio con molto carattere, ben delineata e non mi è sembrata minimamente stereotipata. 

Ho apprezzato davvero tanto  il fatto che l'autrice si sia presa il tempo per far sviluppare ai due un legame, senza buttarli lì per combinarci subito qualcosa. I personaggi si "girano intorno", si "sfiorano", se capite cosa intendo, prima di arrivare a "toccarsi". Non si buttano subito l'una sull'altro, ma girano circospetti, almeno Charlotte lo fa, e questo da credibilità alla storia che sviluppa delle fondamenta che appaiono abbastanza solide. Ho apprezzato molto questi sviluppi. 
Consiglierei a tutti di leggere questo e lasciar perdere il precedente, tanto i protagonisti del primo libro quasi non ci sono.


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento