martedì 27 settembre 2016

Un libertino dal cuore di ghiaccio di Lisa Kleypas


Torniamo a parlare di libri con una lettura conclusa da poco. Devo dire che ho finito questo libro di fretta perchè morivo dalla voglia di leggermi Harry Potter >__<
La recensione di quel libro arriverà per Halloween, la mia solita follia prenderà vita!
Bando alle ciance, torniamo alla recensione^^!

Titolo: Un libertino dal cuore di ghiaccio 
Titolo Originale: Cold Hearted Rake
Autore: Lisa Kleypas 
Editore: Mondadori
Collana: Oscar Mondadori
Pagine: 375
Genere: romance storico
Prezzo: € 13.00
Trama: Inghilterra, 1875.
Devon Ravenel, incallito donnaiolo, è lo scapolo più affascinante di Londra e ha appena ereditato una contea. Il suo nuovo ruolo sociale gli impone però responsabilità inattese... E anche qualche sorpresa: la sua nuova proprietà, infatti, è gravata dai debiti e per di più nella dimora ereditata vivono le tre sorelle del defunto conte e una giovane, bellissima vedova, Lady Kathleen Trenear. Presto tra i due scoppia la passione, ma la donna conosce bene i tipi come Devon. Riuscirà a non consegnare il proprio cuore all'uomo più pericoloso che abbia mai conosciuto?


Voto:




La mia opinione: Se devo essere sincera la storia non mi ha presa più di tanto. Scritta splendidamente e ricca di momenti comici, la trama si snoda con pochi scossoni, per poco meno di 400 pagine. Ho trovato davvero interessante il personaggio di Helen, più di quello di Kathleen , che mi ha dato solo ai nervi. Ho apprezzato immensamente le gemelle, eccentriche e follemente divertenti, e anche il modo in cui sono caratterizzati i personaggi maschili. In particolare ho apprezzato Wes, il fratello del protagonista, che diventa incredibilmente caro anche per le sue cugine.
I protagonisti? Non mi hanno fatto né freddo, né caldo.... A mio avviso sapevano di poco. Davon era il classico libertino incallito con poche sfaccettature, che rimane affascinato dalla bellezza di Kathleen e decide di salvare la tenuta di famiglia per ragioni che nemmeno lui capisce. Kathleen è stata semplicemente irritante, per molte ragioni, non ultima il suo continuo attaccamento alle convenzioni in modo maniacale. Che non ha senso visto come cavalca e il modo in cui poi si comporta con gli altri personaggi. Il suo costante tentativo di imporre agli altri la propria visione, spesso bypassando quella degli altri personaggi, termina quando pone fine al fidanzamento di Helen, cosa che la ragazza non le aveva mai chiesto di fare, ma che lei fa "per il suo bene", perché secondo lei i due non sono adatti. La sua visione non dico che sia sbagliata, e nemmeno che le intenzioni non siano buone, tuttavia mi è stato assolutamente impossibile apprezzare questo personaggio, che aveva poca sostanza e molta apparenza. O almeno è questa l'impressione che mi è rimasta.
In definitiva la lettura è davvero piacevole, ma l'ho trovata tale sopratutto grazie ai personaggi di contorno, più che grazie ai personaggi principali.
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento