mercoledì 21 settembre 2016

Ano ko no, Toriko di Shiraishi Yuki


Vi è mai capitato di aver voglia di gridare per l'esasperazione??? A me da quando ho questo blog è capitato un paio di volte. Con questa recensione poi è stata una cosa unica: era pronta, immagini scelte, trama scritta, ogni cosa era a posto e poi puff, si è volatilizzata.... quanti urli ho tirato!!!!!!!!!
Credo di averne dette talmente tante che se in quel momento passava di lì uno scaricatore di porto mi stringeva la mano e si complimentava . Comunque veniamo a noi e parliamo per l'occasione del manga "Ano ko no, Toriko"

Ano ko no, Toriko
di Shiraishi Yuki
Volumi: 4 (concluso)
inedito in Italia
Anno di pubblicazione: 2013

Casa editrice:  Hakusensha
Rivista: Hana to yume
Genere: shoujo, romantico, commedia, scolastico, mondo dello spettacolo

Quando era piccolo Yori Suzuki aveva due migliori amici:  Shizuku Tachibana e Subaru Toujyou. I tre si fecero una promessa prima di separarsi: giurarono di entrare nel mondo dello spettacolo da grandi e diventare delle star. Peccato che i tentativi di Yori da bambino naufraghino uno dopo l'altro. Scoraggiato il ragazzo rinuncia al suo sogno, ma quando, ormai sedicenne, torna a Tokio e rincontra la sua amica d'infanzia Shizuku le cose iniziano a cambiare. La ragazza, diventata incredibilmente carina, fa ora la modella e tenta con molto impegno di emergere. Suo malgrado Yori finirà coinvolto nel mondo dello spettacolo grazie a Shizuki, di cui è sempre stato innamorato, ma le cose non filano tutte lisce! Praticamente già affermato come attore, Subaru per quanto felice di rincontrare il vecchio amico non ha alcuna intenzione di lasciarsi porta via la ragazza che ama e a cui è rimasto accanto tutti quegli anni... come andrà a finire?
Voto:


Shiraishi Yuki ha disegnato una manga un po' diverso dai precedenti e devo dire che mi ha sorpreso. Per niente superficiale, anche se poco credibile, la storia Yori e Shizuku è di una dolcezza unica... e si spinge molto più in là di quanto si era spinta precedentemente. Ovviamente trattandosi di Shiraishi Yuki qui il lieto fine è d'obbligo!!!!
Ho apprezzato molto la storia, la capacità dell'autrice di rendere le situazione "dinamiche" senza fossilizzarsi mai su qualcosa: il triangolo Yori / Shizuku / Subaru viene superato nel primo volumo, quando la ragazza fa la sua scelta e visto chi è il protagonista direi una scleta un pochino scontata. Subaru non sviluppa quell'attaccamento assurdo e irragionevole che hanno i personaggi in alcuni manga e che li rendono poco credibili, o li fanno sembrare degli psicopatici, ma rimane amico di entrambi, superando la cosa con la semplicità che un normale sedicenne dovrebbe avere. Anche altri personaggi interessati alla protagonista faranno la loro comparsa, ma invece di essere fini a se stessi, servendo solo a mettere a mala pena alla prova il rapporto di coppia, saranno sfruttati anche con altri finalità. Basti pensare che è grazie a un attore che fa il filo a Shizuku, se Yori riesce a raggiungere un successo tale da permettergli di proseguire la sua carriera in America.
In definitiva potremmo definire "Ano ko no, Toriko" come uno shoujo fresco, divertente, dinamico, il cui successo sta nel non fossilizzarsi sulle situazioni. Il manga va avanti forse con una certa superficialità, ma senza la pretesa di essere mai qualcosa di davvero profondo.
Insomma, uno shoujo fatto e finito, come tutti quelli della Shiraishi Yuki, che con il suo tratto, sempre fresco e accattivante, racconta storie che non brillano forse per originalità, ma coinvolgono con la loro semplicità e la loro dolcezza.

Il manga è strato tradotto interamente in italiano dalla pagina facebook Resukyu e otaku .


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento