mercoledì 19 marzo 2014

Teen Wolf stagione 3 episodio 23



Eccoci arrivati al penultimo episodio. Non so voi, ma io provo una discreta soddifsfazione nel poterlo recensire subito^^!
Il titolo dell'episodio è: Insatiable. Chi sarà l"insaziabile" in questo episodio? 


L'episodio inizia, tanto per cambiare, con il veterinario che tira fuori gli insetti dalla gola dei licantropi (faceva un pochino schifo). L'uomo racconta quello che è accaduto: la sparizione di Lydia e il ritorno di Stiles.
Intanto a casa McCall, la madre di Scott sta visitando Stiles per accertarsi che sia reale, dopo aver rassicurato il ragazzo che dal punto di vista medico è a posto, Stiles viene sottoposto ad un altro esame: quello degli Oni. Il ragazzo infatti, per non smentire la sua intelligenza, ha fatto chiamare la madre di Kira perchè evocasse gli Oni, così da capire con certezza se è ancora posseduto dal Nogitsune. Ovviamente non lo è, ma io non riesco ancora a stare tranquilla, sono ancora in pena per lui, perchè il bello di questo telefilm è che non si può mai sapere, anche se in questa particolare situazione non sono sicura che dovrei definirlo "il bello".
Intanto Lydia è nei sotterranei dell' Echo House (o almeno penso) dove viene assalita dalle voci delle persone che il Nogitsune ha massacrato. La ragazza è terrorizzata, sia dagli urli che sente, che dal Nogitsune che le dice che Stiles sta morendo (di questa informazione preferisco pensare che sia solo una bugia per spaventare ancora di più Lydia, l'alternativa non mi piace). Ditemi che non sono l'unica che quando ha visto scappare Lydia ha pensato: "Ma come cavolo pensi di riuscire a correre con quei tacchi in stile sfilata di moda? Almeno togliti le scarpe, fai un tentativo di fuga serio!". Forse sono cattiva, ma vederla zompettare con quelle scarpe nel tentativo di fuga... beh, mi dispiace, ma ho solo pensato che fosse ridicola. E poi chissà come il Nogitsune la raggiunge... comunque non ho capito perchè vuole che urli... l'urlo non serve a niente, almeno che non trovi divertente farla urlare di paura o dolore, quella è un'altra cosa...
Stiles riabbraccia il padre, santo Stilinski, quell'uomo ha sopportato più in questi episodi di un martire. I ragazzi tra l'altro lo informano che non è ancora finita: ora che una situazione si è risolta, se ne è creata un'altra. Lo sceriffo appena appresa la notizia movimenta l'intero dipartimento per trovare Lydia. Mentre parlano, la mente del gruppo, cioè Stiles, si ricorda di una ragazza a l'Echo House che forse potrebbe aiutarli. Come hanno fatto a sopravvivere senza di lui? Seriamente!
Dopo di che abbiamo un breve ma significativo confronto tra Chris Argent e Derek, in cui il licantropo nota che l'uomo non gli ha sparato sebbene gli puntasse una pistola alla tempia, l'altro ribatte che lui non è più un suo nemico. Sinceramente come confronto, anche in vista di tutto quello che è successo, me la aspettavo meglio, ma va bene suppongo, alla fin fine loro due sono i "duri" della serie, non potevamo aspettarci troppe smancerie. 
Quello che invece non va bene sono i gemelli che corrono nel bosco e a cui sparano addosso (perchè? Perchè? PERCHE'?). Sinceramente, perchè erano nel bosco? Per quale cavolo di assurdo e incomprensibile motivo sono dovuti andarci? A parte per farsi sparare, intendo.... 
Ma qualcosa di bello succede sempre: e vediamo Isaac tornare! Strappa un lucchetto di ferro come se fosse fatto di carta, per aprire una recinzione e guardare nell'auto di Lydia. Ovviamente è insieme a Allison, la quale fa una domanda che molti si erano posti e cioè se quando sono stati insieme, prima che lui la ammanettasse al letto, lui fosse lui. Sinceramente io non avevo capito che loro.... capito, no? In realtà non è proprio chiarissimo... comunque Isaac, da tesoro che è come al solito le dice che lui era lui, le chiede se voleva che fosse qualcun'altro, e le dice che ricorda tutto. Sono così carini! Il fulcro della scena è però che Allison trova una scritta sul finestrino che dice:"Non cercatemi". 
Intanto Stiles sta male: ha freddo, prova dolore ovunque e non riesce a dormire. La mia reazione:non fatemelo morire, vi prego, non fatemelo morire!
A scuola, quel giorno, il coach è appena tornato, vivo e vegeto più o meno, abbastanza fuori di se per l'esorbitante spesa medica, ma prima che inizi la lezione Denny fa notare all'uomo che in classe c'è qualcuno che non dovrebbe esserci: Meredith, la ragazza che Stiles stava cercando. Interrogata dall'intera classe all'incirca, la ragazza dice di venire dall' Echo House e che è lì per aiutare, perchè li sente gridare e sa che quando gridano qualcuno sta per morire. Sinceramente pensavo che la sorte dei gemelli fosse segnata, ma Derek arriva a salvarli e ho continuato a pensare dentro di me che se Stiles moriva sarei andata in America solo per pestare a sangue lo sceneggiatore.
Comunque Meredith viene recuperata da Stiles e Scott, che la portano a casa McColl dove c'è anche Isaac e il padre di Scott. Mentre Stiles tenta di farsi dire dove sia Lydia dalla ragazza, Isaac gli fa notare che forse anche lei è una Banshee, Scott parla con il padre e scopre perché se ne era andato tanti anni fa (una cavolata, se ve lo state chiedendo). Comunque è tornato solo in questo episodio il vecchio Stiles e non faccio che pensare a quanto mi sia mancato. Di siparietti comici ce ne sono un mucchio. 
Alla fine, comunque, riescono a scoprire dov'è Lydia, e forse Derek riesce anche a salvare i gemelli. Allison parte all'attacco, ma quello che continua a farmi sentire male è Stiles. Sembra che Scott e Isaac abbiano le mie stesse paure, le stesse incertezze. Il ragazzo dice loro di non preoccuparsi, non gli importa di morire, se questo può far si che non muoia nessun'altro.
I ragazzi arrivano e si riuniscono: Allison, Kira, Stiles e Isaac, il discorso spetta a Scott, è lui l'alfa. Ma parliamo di adolescenti... seriamente: quanto pensate possano essere seri? Il gruppo si divide e Stiles e Scott vanno da Lydia, mentre gli altri affrontano la madre di Kira. Con una mossa da vero stratega il Nogitsune si impossessa degli Oni e li lancia contro Kira, Isaac e Allison. Inizia una lotta senza quartiere, mentre Lydia chiede disperata a Scott e Stiles perché l’abbiano raggiunta quando lei aveva chiesto tante e tante volte di non cercarla. I ragazzi si mettono a correre verso l’uscita, ma Stiles si sente male e Lydia rimane con lui.
Intanto Allison riesce a trafiggere un Oni con una freccia, distruggendolo, ma viene a sua volta trafitta da una loro spada. Scott arriva in tempo per vedere la scena, Isaac è gravemente ferito e non riesce ad avvicinarsi abbastanza per proteggerla, mentre Kira è troppo lontana per fare qualunque cosa.
Lydia, davanti a uno Stiles privo di sensi sa già cosa sta accadendo e grida il nome di Allison con tutte le sue forze.
Scott accorre, la prende tra le braccia, prova a lenire il suo dolore… ma non c’è dolore da lenire. Allison glielo dice: non fa male. Ormai è troppo tardi. Ma va tutto bene, dice la ragazza, va tutto bene perché è tra le braccia del suo primo amore, del ragazzo che amerà sempre. Sinceramente al “Ti amo” avevo voglia di piangere e mi dispiaceva per Isaac, anche se alla fin fine non erano ancora arrivati così in là perché lei potesse dire “Ti amo” a lui. Allison muore tra le braccia di Scott, circondata dai suoi amici, suo padre arriva giusto in tempo per vederla morire.
Così, dopo tante speculazioni su chi fosse il personaggio principale che doveva morire, alla fine era Allison…
Non voglio essere cattiva, ma anche Stiles sta morendo…quindi ne vuole accoppare due? Non so se posso farcela…

Questa volta vi saluto cari lettori, con il cuore a pezzi…

Vi lascio con questo piccolo trailer del prossimo episodio


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento