lunedì 14 marzo 2016

Teen wolf: la quinta stagione attraverso i miei occhi


Il momento è giunto, il dado è tratto e la quinta stagione di Teen Wolf è conclusa (che voglia di piangere disperata!). Eppure era appena ricominciata, come fa ad essere già finita?
E ancora: secondo voi quante volte possono riguardarmi l'episodio 20 prima di sentirmi soddisfatta?

Andiamo con ordine, questa dovrebbe essere una recensione di questa seconda parte di stagione, quindi iniziamo!
Teen Wolf è ricominciato in modo tragico (tanto qui siamo in Italia e siamo abituati), proprio come la seconda metà di stagione era conclusa.
Scott ha perso la fiducia di tutti i suoi amici, il suo beta ha tentato di ammazzarlo (diciamo che ha fatto il coglione e un pochino se l'è cercata, pero!) e le ferite che ha riportato continuano a non guarire. Lydia è mezza morta per colpa di quel grandissimo bastardo di Sociopatia Theo. Di inutility Kira non si sa ancora niente, ma anche sapendo qualcosa, visto il personaggio, cambierebbe poco. Il padre di Stiles è ricoverato in ospedale per le gravi ferite subite e il nostro amatissimo Stiles non può che incolpare il migliore amico per quello che gli è successo.

Dal canto suo Scott è deciso, più che mai, a riunire il branco e ovviamente inizia da Stiles, il suo migliore amico, suo fratello... (e lui gliela farà sudare e a te te la godrai perche come cavolo ha potuto Scott crede a Theo? COME?). Così i ragazzi partono alla ricerca dell'ultima chimera e con l'aiuto di Malia riescono a rintracciarla prima che i dottori del terrore lo uccidano. Intanto la madre di Lydia, sommo genio, prende la brillante decisione di far rinchiudere la figlia in manicomio. Ma non in uno qualunque, no! All'Eichen house! Dove le probabilità di sopravvivere sono le stesse di uno che vive tra le scoree nucleari radioattive.  Della serie, nemmeno il primo episodio della seconda parte di stagione ti da troppa speranza, ma un piccolo raggio c'è sempre: con un intuizione degna di ... se stesso, Stiles riesce alla fine a salvare suo padre.

Tuttavia ciò che più rimane impresso del primo episodio (oltre al fatto che qui, all'inizio, mai una gioia, davvero) è un simbolo: è luminoso e impresso nella parete. E' il simbolo del branco di un alfa, la promessa di Scott di riunirli, tutti quanti. Ho adorato alla follia questa scena, ci ho visto anche un certo simbolismo: Theo e Hayden che guardano da lontano il simbolo del branco di Scott, da cui arriva la luce, mentre loro immersi nel buio non riescono a raggiungerlo. Un po' come rimarcare l'immensa differenza dei loro due branchi, visto che quello di Sociopatia Theo è un branco solo di nome! Un po' come dire "Non sarete mai così cool!".

Come al solito però i casini non aspettano che Scott sia in una situazione favorevole: appare la bestia, tra l'altro nel momento in cui Hayden e Liam stavano parlando (rompipalle del cavolo!), l'ultima vera chimera creata dai dottori (che senso ha avuto il titolo del primo episodio allora?). Trattasi dell'enorme, spaventosa e pericolosa "Betè du Gevaudan" che gli avi degli Argent combatterono in passato (per l'occasione tornerà anche il sociopatico per eccellenza degli Argent: il nonno di Allison). Grazie alla comparsa di questo leggendario licantropo però Liam riesce a prendere coraggio e ad andare a parlare con Scott, che però lo liquida velocemente.
Quest'ultimo, dopo essersi riavvicinato a Stiles, decide di partire per il deserto con la Jeep del suo migliore amico (SI!!!!!!! La jeep è tornata! Tutto andrà a posto!) per recuperare la ragazza dalla discutibile utilità, anche nota come Kira.

In tutto ciò Lydia, in uno stato semi cosciente, inizia ad avere visioni di Meredith in cui la ragazza le insegna ad usare i suoi poteri di banshee. E impara a usarli in tempo per far salvare il culo a Malia, che tradita di Theo (come fai a fidarti di lui? COME?) vine quasi ammazzata dalla madre biologica, riesce però alla fine a salvare il veterinario scomparso (che per inciso è più utile di Kira). L'episodio vede anche il riavvicinamento tra Scott e Liam (alla buon ora!).
Con la maggior parte del branco riunito, tanto che le ferite di Scott sono totalmente guarite, manca una sola cosa da fare... o meglio manca solo una persona all'appello: Lydia. I ragazzi decidono di salvare la loro banshee da Eichen Hause.

Il piano è di Stiles ovviamente e tutti hanno un ruolo. Peccato che anche le chimere vogliono Lydia (perchè devono scassare i c...i), che intanto è in balia di un sociopatico che le ha fatto un buco in testa (è all'Eichen hause, forse dovremmo ringraziare che è ancora viva). Dopo molte peripezie, dopo che il mastino infernale alias Parrish ha aperto la strada, e con l'aiuto di sociopatia Theo, la serie ci regala finalmente tanti momenti Stydia! In questa puntata il mio preferito in assoluto è quello alla fine dell'episodio (e penso lo sia per molti), quello in cui la ragazza, ormai al sicuro e guarita, tra le braccia della madre (che si è rinvenuta solo alla fine del fatto che la figlia rischiava di fare una brutta fine) dice: "Stiles mi ha salvato". E' il momento più Stydia da stagioni, come non amarlo?!

Ora il branco è riunito e non ci resta che scoprire una sola cosa: chi è la Bestia ?
Per rispondere a questo interrogativo hanno riportato la Reed a Teen Wolf e com'era bello riavere la nostra Argent! Anche se non nei panni di Allison, purtroppo (tante, tante lacrime). L'attrice ha interpretato comunque una cacciatrice: la donna che in passato aveva ucciso la bestia, Marie-Jeanne, la prima vera e propria cacciatrice di licantropi. La ragazza si scoprirà essere la sorella della Bestia che una volta appresa la vera natura del fratello aveva deciso di dargli la caccia (tutto raccontato da nonno Argent a Lydia per ragioni ancora incomprensibili, ma la storia serviva). I legame tra i due è importante (e ben architettato).
La bestia, nel presente, si scopre essere Mason (sinceramente era l'ipotesi più papabile, perchè era l'unico personaggi con un minimo di importanza che non era ancora "niente"), il ragazzo viene rapito dai dottori del terrore che lo trasformano totalmente in Bestia, tanto che quando torna umano ha l'aspetto del fratello di Marie-Jeanne (e il "damnatio memoriae" doveva funzionare anche su di me, perchè il nome non me lo ricordo assolutamente). Nel frattempo Theo ha sterminato il suo branco sotto consiglio di Deucalion, che per ragioni incomprensibili era stato rapito da loro (per ragioni ancora più inconprensibili era in realtà alleato di Scott), per rubare i poteri alla Bestia, ma invece le prende come non mai dal super licantropo (SI! Voglio vedere il SUO sangue!).

Comunque Scott affronta la Bestia, il tipo gli ficca gli artigli nel collo e vede.... Allison. I produttori hanno fatto mente locale e hanno detto "Cavolo, è vero! Quel personaggio è morto!" e in questa stagione hanno deciso di darle importanza e di spezzare il cuore a noi fans che fissiamo incantati i ricordi di Allison scorrere nella testa di Scott. Ricordi che danno a Scott il tempo di fuggire, così che Mason possa essere salvato da Lydia (altro che Alfa, kitsune o coyote, quella veramente forte ormai è Lydia). Per mettere la cilliegina su questo squisito dolce poi ci viene regalata la meravigliosa scena della sorella di Theo, che tornata da un buco nero in stile Sadako (personaggio del film dell'orrore Ring), trascina il fratello che l'ha uccisa giù con se (cavoli se mi è piaciuta quella scena! L'avrei rimessa ancora e ancora! Ero indecisa se amavo di più quella o quella in cui spezzano il collo a Theo. Fanno a gara come scene per il posto di miglior scena di sempre!) e scompare.

Il tutto si conclude con il più meraviglioso dei lieto fine: Liam e Hayden, ormai diventata licantropo, che si baciano felicemente su uno sfondo falsissimo, fatto in una pessima computer grafica (per favore, miglioratela), Lydia felice e contentata torna a scuola a braccetto con Malia, Stiles ha un futuro nelle forze dell'ordine e inutiliy Kira si è finalmente tolta dalle scatole (bah, speriamo. Fino alla prossima stagione non so se crederci. Personaggio più inutile non c'è, comunque. Il ricordo di Allison è stato più utile di lei!). Le ultime scene ci regalano le bellissime parole di Stiles in cui il ragazzo racconta a Lydia come si è salvato Scott e le dice che Allison gli ha salvato la vita (i miei occhi erano dei cuoricini luccicanti di lacrime).

L'ultima scena riprende una delle prime stagioni, in cui si vedevano Stiles, Lydia  e Allison seduti a un tavolo in biblioteca, mentre Scott li raggiungeva scendendo dalla scala. In questa ovviamente Allison manca, ma la sua presenza si avverte in qualche modo (giusto perchè non ero abbastanza commossa!) ed è bellissimo vedere insieme quelli che sono i protagonisti principali presenti fin dalla prima serie.


Insomma, il finale è fantastico, solo che avrei un paio di domandine (ma solo un paio, giuto!) che non hanno ancora risposta:
  • Ma quindi hanno rimesso in gioco Nonno Argent, che si contende lo scettro di sociopatico dell'anno con Theo, solo per un cavolo di bastone??? Ma sul serio????
  • Che fine ha fatto Parrish ora che la Bestia è fuori gioco? E' vivo? E' morto?
  • Ma alla fine chi accidenti erano i dottori del terrore e perchè hanno fatto tutto quel casino? Non sarà solo perchè uno di loro voleva rivedere l'amico (di cui forse era innamorato, ma non si capisce assolutamente), vero? 
  • Perchè Deucalion ha aiutato Scott? Che ci guadagnava?
  • Cosa è esattamente Mason ora?
  • Cody, Corey o come cavolo si chiama, ora è parte del branco?
Queste e altre domande troveranno forse risposta nella prossima serie (ci credo poco, ma la speranza è l'ultima a morire)...





Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento