domenica 29 gennaio 2017

Tredici di Jay Asher


Buonasera lettori!
Data la prossima uscita del telefilm Tredici (o Thirteen se proprio ci tenete) tratto dall'omonimo romanzo non ho potuto evitare di mettermi a leggerlo! Una notte è tutto quello che è servito, ma procediamo con ordine...

Titolo: Tredici
Titolo Originale: Thirteen
Autore: Jay Asher
Editore: Mondadori
Pagine: 246
Genere: scolastico, adolescenziale, slice of life
Prezzo: € 10.00
Trama: Clay torna da scuola e fuori dalla porta trova ad aspettarlo una pessima sorpresa: sette audiocassette numerate con dello smalto blu. Ascoltandole, scopre che a registrarle è stata Hannah, la ragazza di cui si è preso una cotta. La stessa ragazza che si è suicidata due settimane prima. Quelle cassette sono il suo modo per avere l'ultima parola sulle vicende che, secondo lei, l'hanno portata alla morte: facendole scorrere, Clay scopre che il destinatario del pacchetto deve ascoltarle e poi passarle al successivo di una lista. Nelle cassette, 13 storie: ognuna legata a una persona che ha dato ad Hannah una ragione per togliersi la vita. Seppur sconvolto, non può resistere alla tentazione di esplorare a fondo la storia che lo riguarda e, guidato dalla voce di lei, visiterà i luoghi che lei vuole mostrargli, finché non gli rimarrà altro da ascoltare...

Voto:

La mia opinione:
Il libro prende tantissimo ed è stato strutturato in un modo molto furbo: c'è Clay, che sembra il classico bravo ragazzo. che non sai cosa c'entri con il suicidio di Hannah, che riceve le cassette su cui c'è anche lui. Clay non sa cosa può aver fatto ad Hannah e più passa il tempo più ti chiedi anche tu cosa è successo con questo protagonista che del cattivo ragazzo non sembra avere niente. Hannah parla di 13 persone, ognuna di loro legata a una storia e ogni storia è legata a qualcosa che l'ha spinta sempre più verso il suicidio. 
Clay ascolta le cassette in un giorno, il tempo che mi ci è voluto a finire di leggerlo più o meno, e mentre i suoi sentimenti passano dalla confusione, alla rabbia, alla disperazione, al senso di colpa per non aver fatto di più, accompagna Hannah nei suoi racconti, andando nei luoghi da lei indicati.
Mi è piaciuto molto questo libro in parte perchè l'ho trovato imprevedibile, non sia davvero cosa abbia fatto il protagonista fino a che non ti racconta la storia Hanna, in parte perchè ho trovato molto verosimile i racconti della ragazza.... beh, quasi tutti almeno. 
Vedrò con molto curiosità il teleiflm.

Vi lascio il trailer, buona visione^^!




Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento