lunedì 13 gennaio 2014

Teen Wolf stagione 1




Salve a tutti voi, amanti dei telefilm, permettetevi di presentarvi Teen Wolf  (sempre che già non lo conosciate).

Devo dire che all'inizio io non lo amavo molto...
Siamo sinceri, la prima stagione non è proprio il massimo, né come trama, ne tanto meno come recitazione. Senza contare che da quel che sapevo era stato tratto da un film, uno che non ho proprio mai visto, quindi mi ispirava ancora meno. Invece, dopo primi noiosi e mal recitati episodi, mi sono appassionata, e più andava avanti più sembrava migliorare.
Ma partiamo con ordine.

La serie come già detto è stata tratta da un film, "Teen Wolf" del 1985, dove un giovanissimo Michael J. Fox si trovava a fare i conti con la sua licantropia. Riprendendo l'idea del film, è nato questo telefilm che è apparso per la prima volta negli Stati Uniti il 5 giugno 2011 su MTV, arrivando poi solo alcuni mesi più tardi in Italia.


La storia è quella di Scott, un ragazzo qualunque che nella sua scuola non è propriamente tra i popolari. Fin da subito appare chiaro che Scott è il classico adolescente, tipico bravo ragazzo che non si beccherà mai la ragazza, a una prima occhiata appare anche timido e introverso, un pò gracile, con problemi d'asma. Vive con la madre, divorziata, e non ha fratelli. Ha un lavoro part-time da un veterinario e un migliore amico di nome Stiles, che per lui è praticamente un fratello.
La storia inizia quando Stiles, elemento più divertente e volendo anche il più brillante della coppia, trascina Scott nella foresta di notte in cerca di un cadavere. Suo padre infatti è il capo della polizia e Stiles è sempre aggiornato sulle indagini. La loro è solo una bravata, un modo per trascorrere una notte altrimenti monotona. Minuti di torcia si inoltrano al chiaro di luna nella foresta. Solo che qualcosa va storto e un lupo, o qualcosa di molto simile, aggredisce Scott ferendolo. 
Il mattino dopo c'è scuola e tutto sembra normale tranne il fatto che i sensi di Scott sembrano essere amplificati: sente cose che normalmente non dovrebbe sentire, vede cose che non riuscirebbe normalmente a vedere e ha riflessi molto più sviluppati di prima. E' grazie a questo che entra nella squadra di lacrosse e fa la conoscenza della nuova arrivata, Allison Argent. 
Si dice "Chi ha amato mai che non ha amato al primo sguardo?". Per Scott è così, da quando sente la telefonata di Allison ancora prima che lei entri a scuola, a quando la invita a uscire. Un'amore folgorante, classico colpo di fulmine, di quelli che solo i primi amori adolescenziali possono dare. 
Ma qualcosa decisamente non va nel ragazzo, che si ritrova a correre nella foresta di notte, gli occhi gli diventano dorati e i peli gli crescono sulla faccia. Ed è Stiles il primo a capirlo: Scott è un licantropo.
A fare la sua comparsa anche l'inquietante Derek Hale, unico superstite di un orribile incendio in cui morì tragicamente tutta la sua famiglia. Proprio come Scott anche Derek è un licantropo, ma al contrario di lui lo è dalla nascita, non è stato trasformato. E' lui che insegna a Scott come ricordare le cose quando si trasforma, come controllarsi e come affrontare la luna piena. In cambio però vuole qualcosa: trovare l'Alpha, il licantropo che ha trasformato Scott e che ora vaga nella città attaccando e uccidendo persone innocenti.

Per chi non ha ancora visto la prima stagione non voglio anticipare altro, ma suggerirvi di tenere duro nei primi episodi, la cui qualità lascia un pò a desiderare (almeno a mio parere).
Se infatti recitazione, montaggio o effetti speciali non sono un gran che (qui però faccio notare che io mi sono vista la versione doppiata in italiano, magari l'originale in inglese dava un'altra impressione). basta aspettare e avere fiducia che lentamente le cose vanno migliorando, tanto che la serie finisce per diventare non solo ben fatta e ben recitata, ma proprio appassionante. 
A tutti piace la coppia Allison/Scott, perchè tutti amano gli amori contrastati (siamo sinceri, gente! Se lui non fosse stato nei casini perchè è un licantropo e il padre di lei non fosse stato un cacciatore di licantropi, col cavolo che ce ne saremmo interessati! Già dopo la prima stagione ci avrebbe fatto sbadigliare!) e a tutti piace Stiles perchè è davvero un buon amico, tanto che il protagonista non potrebbe averne uno migliore.

Parliamo un secondo dei personaggi.


Scott McCall interpretato da Tyler Posey 
Inizialmente non l'ho apprezzato, sa davvero troppo di stereotipo: cavoli! Ha perfino l'inalatore per l'asma! Ma non è un nerd, questo va detto, infatti i suoi voti sono penosi, ma fa parte della schiera degli "sfigati" a scuola, in squadra sta sempre in panchina ecc... Davvero classico stereotipo. Incluso la trasformazione in licantropo: sensi che si acutizzano e subito entra in squadra, va a una festa data dai ragazzi "popolari" ecc.. Insomma, "il mio nome è stereotipo", per così dire.
A questo senso di scarso interesse per il protagonista lupesco va aggiunto che l'attore inizialmente come recitazione mi convinceva il giusto, senza contare che non lo trovavo particolarmente attraente (nemmeno ora se è per questo), e la sua pettinatura sembrava uscita da una sitcom degli anni '80 (in stile tempo delle mele. Ve la ricordate la protagonista? Ecco, la pettinatura non era proprio la stessa ma poco ci mancava). 
Anche la sua storyline mi pare forzata: lui deve prendersi carico delle situazioni spinose solo perchè è più forte e veloce del normale? Perché? No seriamente, il "da grandi poteri derivano grandi responsabilità" va bene giusto per il film di Spiderman, non per questo telefilm. I casini in cui rimane coinvolto e che tenta ostinatamente di risolvere anche se con lui c'entrano appena rendevano il tutto irrealistico, perchè al contrario di Peter Parker non ha niente a fargli da forza motrice. Un normale adolescente avrebbe detto: okay, non sono affari miei, ho appena sedici anni, ho i miei casini, perché mi devo occupare anche di questo? Lui no, e anche che il suo migliore amico prema perché lui si assuma queste responsabilità è assurdo. Insomma, questo comportamento a me sembrava e continua a sembrare insensato.

Sliles Stilinski interpretato da Dylan O'Brien
Ogni eroe ha la sua spalla, ogni Dylan Dog il suo Groucho XD
Stiles è questo: lui è il personaggio divertente e ironico, quello che ti fa ridere, quello che alleggerisce l'atmosfera, e in questa storia anche quello che molto spesso da senso alle cose.
Forse per via del padre poliziotto, ma Stiles si chiede sempre il perché o il come di qualcosa. Appena vede i cambiamenti di Scott inizia a indagare, è sempre pieno di idee e inventiva, in un certo senso è il personaggio più brillante della serie, questo rimanendo un perfetto idiota. La parte incomprensibile del suo personaggio? Nella prima stagione il fatto che spinga Scott ad assumersi responsabilità che di fatto non avrebbe, e il ritenerlo responsabile di eventi al di fuori della sua portata.
Di questo personaggio oltre all'ironia è facile apprezzarne la lealtà, praticamente incrollabile, e la costanza. E' un umano circondato da creature sovrumane, eppure sembra sempre quello che riesce a cavarsela meglio, che arriva nel momento critico e in qualche modo salva la situazione.


Allison Argent, interpretata da Crystal Reed
Inizialmente mi piaceva molto come personaggio, ma quando ho deciso di scrivere qualcosa su di lei mi sono resa conto che non c'è poi così tanto da dire, perché Allison è alla fin fine una normale adolescente, tranne che, come personaggio, è molto "malleabile". Già in questa prima serie finisce per seguire praticamente la logica di chiunque, senza adottarne una sua vera e propria, tanto che ad un certo punto ripensando ai suoi comportamenti e alle decisioni prese mi sono resa conto che quasi mai le ha prese seguendo la sua testa. Lascia Scott perché influenzata da Lydia e Jackson, quasi lo uccide perché influenzata da sua zia... insomma le decisioni autonome non sono il suo forte.
Certo, come personaggio lo si trova dolce, ma in qualche modo anche parecchio fragile.
Tutto sommato ci ritroviamo davanti a una normalissima adolescente, che viene influenzata praticamente da chiunque, il che mi ha spinto a chiedermi: perché non ha potuto farsi influenzare anche dal suo ragazzo? Forse però l'ha fatto quando si sono rimessi insieme.
Comunque a una prima occhiata non appare come un personaggio particolarmente interessante, ma la sua storyline si sviluppa in modo abbastanza avvincente, anche per via del fatto che la sua è una famiglia di cacciatori di licantropi. A caratterizzare questo personaggio in questa prima serie è principalmente la sua relazione con Scott, in cui a fare il bello e il cattivo tempo sembra essere stranamente sempre lei.

Derek Hale interpretato da Tyler Hoechlin
Disceso dal cielo per piombare a Beacon Hills con la capacità di diventare un licantropo (scusate la battuta, non mi sono trattenuta, a me lui già piaceva da "Settimo Cielo"), Derek Hale è, almeno per me, uno dei personaggi più inquietanti della prima serie. C'è da dire che dopo che la famiglia di lui è stata rinchiusa in cantina e la casa data alle fiamme, sarebbe strano se fosse del tutto normale.
In questa stagione è difficile inquadrarlo come personaggio: alla fin fine aiuta Scott, ma è anche vero che non posso definirlo un personaggio esattamente positivo. Inizialmente anch'io ero convinta che fosse stato lui a mordere e trasformare il protagonista.
Comunque sia, nonostante l'incertezza su dove "posizionarlo sulla scacchiera", Derek durante la stagione si trova ad aiutare Scott più e più volte, anche se non sempre la sua presenza risulta gradita.
Scott stesso nei suoi confronti sembra un'altalena, prima vuole il suo aiuto, poi vuole che lui li lasci in pace... mah! 

Una cosa che ho apprezzato davvero di questo personaggio però è proprio il fatto di essere un licantropo, con lui si sente, sa il fatto suo diciamo. Mi ha sorpreso però che Tyler vestisse così bene i panni del cattivo ragazzo!


Lydia Martin interpretata da Holland Roden
Lydia è la ragazza più popolare della scuola, una ragazza bellissima, disinibita e sicura di se. Il suo ragazzo è il capo della squadra di lacrosse, la sua famiglia è stra ricca e nonostante l'aria da ragazza superficiale è incredibilmente intelligente : insomma è il tipo di ragazza che al liceo sembra aver già ottenuto tutto dalla vita!
Stiles è innamorato di lei praticamente da sempre anche se lei a mala pena sa della sua esistenza all'inizio della serie. 
All'arrivo di Allison a scuola Lydia diventa immediatamente sua amica e le due finiscono per diventare migliori amiche, nonostante durante questa prima stagione lei non sembri comportarsi sempre bene nei suoi confronti. Alla fin fine è anche Lydia a spingere Allison a lasciare Scott, senza contare che finisce poi per baciarlo nonostante lei abbia già un ragazzo.
Devo dire che Hollarnd Roden è una delle attrici la cui recitazione mi è sembrata perfetta fin da subito, l'ho apprezzata moltissimo, sebbene non l'avessi mai notata prima di teen wolf.
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento