sabato 28 marzo 2015

Non ti posso perdere di Wann


Chi ricorda questo titolo? Chi lo conosce? Non ti posso perdere è un manhwa, cioè la versione coreana del manga (XD), di Wann, la cui traduzione parziale in italiano a opera della Free Book risale al 2007. Parlo di traduzione parziale perchè quelli della free book per ragioni loro non hanno MAI tradotto l'ultimo volume. La cosa divertente è che quando al Lucca Comics chiesi all'epoca spiegazioni mi dissero semplicemente che il fumetto era concluso con il volume 5. Gli feci notare allora che alla fine del volume si trovava l'anteprima del 6°, al che ricordo chiaramente lo sguardo vacuo e la replica in cui si rimarcava il fatto che fosse finito con il 5°volume. Si dice che l'importante sia esserne convinti...

Non ti posso perdere, il cui titolo originale è "Can't live with you" (in inglese reperibile con il titolo Can't lose you) è un manhwa composto da 6 volumi e pubblicato a partire dal 2003. Arriva in Italia, come già detto, nel 2007 e la sua pubblicazione va un po' a rilento, fino ad arrivare al quinto volume, quello per la casa editrice "conclusivo".

La storia è la seguente: Yooi è una liceale costretta ad accettare qualsiasi lavoretto le capiti a tiro, nella speranza di poter saldare i debiti dell'amato padre in fuga dai creditori. La cosa interessante è che la ragazza non odia affatto il padre nonostante i casini in cui l'ha messa, ma lo ricorda sempre con affetto. Lida è l'algida erede di una delle più potenti famiglie della Corea. Abituata a vivere nel lusso e nei vizi, Lida è fidanzata al geniale e freddissimo Gaon, “mente” delle fortune politiche di suo padre. Yooi e Lida sembrerebbero non avere niente in comune. Se non fosse per un bizzarro scherzo del destino, che le ha rese due autentiche gocce d’acqua. Per Lida è un’occasione unica: assolda Yooi come sosia e si libera così dai più noiosi impegni mondani. Yooi accetta l’incarico in cambio di denaro, ma si ritrova coinvolta in ogni sorta di impiccio, sembra infatti che la vera ragione per farsi sostituire fosse che Lida era minacciata.
Tra i tanti problemi a cui la ragazza andrà incontro c'è anche Gaon, fidanzato per convenienza, il ragazzo rimane sconvolto dal meraviglioso “nuovo” carattere di una fidanzata che finora aveva sempre odiato e da cui ora è inesorabilmente attratto.

La storia prosegue (e chi sta pensando di leggersi il fumetto si fermi qui) con Gaon che ovviamente scopre lo scambio, ma sorprendentemente non si arrabbia con Yooi e sceglie di stare con lei. Verrà poi fuori che Yooi e Lida sono sorelle gemelle separate alla nascita a causa di una profezia che dichiarava che una delle due avrebbe ucciso il proprio nonno. L'uomo, un che farebbe bene a farsi internare a mio avviso, è deciso a uccidere Yooi credendola la gemella destinata a porre fine alla sua vita. La ragazza tutta via desidera solo una vita pacifica e, quando dopo tanti casini si riunisce a Gaon, lo ferma dall'uccidere suo nonno. Questo è il punto in cui i volumi si interrompono in Italia.

Ora visto che ce ne è un altro e che fortunatamente è stato tradotto in inglese ho pensato di aggiungere un breve riassunto dell'ultimo volume per chi è curioso di sapere cosa succede, ma per ragioni sue non è mai andato a leggerselo.

Nell'ultimo volume Yooi chiede a Gaon di scappare insieme e lui ovviamente accetta. All'aeroporto però Yooi finisce per incontrare il nonno e viene rapita dai suoi uomini. Gaon lo scopre e insieme a Ilya, che disobbedisce a un ordine diretto di Lida, si getta all'inseguimento della ragazza. Mezza sconvolta, mezza arrabbiata, Lida si getta anch'essa all'inseguimento e riesce a trovare per prima Yooi. Le due sorelle finalmente parlano e Yooi dice a Lida che non la odia affatto, non potrebbe mai odiarla. Lida decide di scambiare la vita di Yooi con quella del nonno, profondamente ferita dal tradimento di Ilya, la ragazza finisce però per puntare la pistola contro la sorella. Tra casini vari tuttavia è lei a precipitare, proprio insieme al nonno, in un burrone. Ilya resosi conto dell'enorme errore fatto e amando Lida si getta con lei per salvarla. La ragazzi si risveglia in un ospedale (sono in un fumetto), ha riportato solo ferite superficiali perché Ilya le ha fatto da scudo con il suo corpo. Yooi però la informa che a causa delle gravi ferite riportate lui è entrato in coma permanetene. Il nonno ovviamente è morto (che liberazione!).
Staccata la macchina che teneva il suo amato (della serie non è mai troppo tardi per accorgersi di essere innamorata di qualcuno) in vita, Lida scompare nel nulla. Yooi decide dunque di rimanere accanto alla madre, ora che ha già perso una figlia e rimanda la fuga con Gaon. La donna però, accortasi dell'infelicità della figlia, chiede a Gaon di portarla via in modo da renderla felice. Lida intanto, persa nello sconforto sembra vagare nella città senza una vera meta. A raccoglierla è  un vecchio amico di Yooi, con il quale la ragazza si trova molto bene. I due legano e Lida sembra riprendersi e tornare a sorridere con lui vicino. La storia finisce con Lida che mentre cammina per strada scorge Yaooi, che in macchina con Gaon sta per lasciare il paese. Infine, in uno sfondo neutro appaiono le parole (che traduco amatorialmente, liberissimi di correggermi) "Ora possiamo andare avanti. Essere felici e tristi. incontrare nuove persone e dire addio ad altre. Fare molte promesse, dimenticarle e ricordarle... e amare qualcuno profondamente... Così giorni e i mesi passeranno... giorni in cui il tuo cuore sarà troppo pieno e notti in cui non potrai smettere di piangere.. Questo è il tempo che ci ha lasciato... Così... Sii felice sorella mia..."

Fine.

Spero che la conclusione vi sia piaciuta, io l'ho trovata molto dolce. 

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento