domenica 28 giugno 2015

Oltre i limiti di Katie McGarry



"Non andrà meglio. Il dolore. Le ferite si cicatrizzeranno e non sarà sempre come se un coltello ti stesse squarciando dentro. Ma quando meno te lo aspetti, il dolore ricomparirà per ricordarti che non sarai mai più la stessa."

Primo di una serie, "Oltre i limiti" è uscito in Italia nel 2014. Quest'anno è uscito il seguito, con protagonisti Echo e Noah, dal titolo "Un'estate contro", mentre "Scommessa d'amore" ha protagonisti diversi sebbene faccia sempre parte della serie.
Questa serie proprio non mi attirava, sopratutto dopo aver letto "Ti aspettavo" (con cui non vi sto a rompere le scatole ripetendovi per l'ennesima volta quanto faccia schifo), ma almeno su questo primo libro ho dovuto ricredermi.

Titolo: Oltre i limiti
Titolo Originale: Pushing the limits
Autore: Katie McGarry
Editore: DeA
Genere: New Adult
Data d'uscita: 2014
Prezzo: €14.90
Trama: Nessuno sa cosa sia successo a Echo Emerson, la ragazza più popolare della scuola, la notte in cui le sue braccia si sono ricoperte di cicatrici. Nemmeno lei ricorda niente, e tutto ciò che vuole è ritornare alla normalità, ignorando i pettegolezzi e le occhiate sospettose dei suoi ex-amici. Ma quando Noah Hutchins, il "bad boy" del quartiere irrompe nella sua vita con la sua giacca di pelle, i suoi modi da duro e la sua inspiegabile comprensione, il mondo di Echo cambia. All'apparenza i due non hanno nulla in comune, e i segreti che custodiscono rendono complicato il loro rapporto. Eppure, a dispetto di tutto, non riescono a fare a meno l'uno dell'altra. Dove li porterà l'attrazione che li consuma e cos'è disposta a rischiare Echo per l'unico ragazzo che potrebbe insegnarle di nuovo ad amare?
Voto: 


La mia opinione:Questo libro mi ha divisa a metà... in molti lo osannano per via della meravigliosa storia tra i protagonisti e per lo stile di scrittura scorrevole, oltre che per un buon intreccio. Tuttavia a me questo libro a dato profondamente ai nervi. Ad iniziare dal padre di Echo, che la ama ma non riesce a parlarle (a cosa cavolo pensa che servano le sedute di terapia di gruppo, santo cielo?!), che continua a mettere la figlia sempre al secondo posto rispetto al'attuale moglie (avrei voluto prenderli tutti e due e picchiargli a ripetizione la testa contro il muro finché non si rinvenivano o non ci entrava un po' di buon senso).
Per non parlare poi dei genitori affidatari dei fratelli minori di Noah, loro erano semplicemente da sopprimere. Non puoi vederla diversamente visto che la storia è raccontata dal punto di vista di Noah e tu non puoi non stare dalla sua parte. Anche perchè si comportano veramente come dei bastardi con lui.
La psicologa poi come l'avrei presa a mazzate. Fa delle cose che ... boh, forse le leggi americane sono diverse, vai a sapere. Al di là di questo comunque è irritante da morire, pretende che Noah faccio ciò che lei ritiene migliore e si impone continuamente. Come fa a non essere irritante?
I personaggi di contorno sono molto interessanti. Sia Lila che Beth mi sono piaciute tantissimo, così come Isaiah, sono personaggi ben caratterizzati per essere semplici personaggi secondari. Mi sono piaciuti molto anche i personaggi negativi, come Grace, perchè li ho trovati molto realistici.
I protagonisti sono coinvolgenti, neppure il cambio di prospettiva durante la storia ti da fastidio. Sono personaggi a tutto tondo, molto realistici, che quasi ti sembra di veder muovere dentro gli immaginari corridoi di un immaginaria scuola. Impossibile non apprezzarli.
La storia poi è ben trattata, non ti immagini con chiarezza quello che è successo fino a che non arrivi alla fine.
In conclusione è un libro davvero molto buono, ma non me la sono sentita di dargli un voto pieno perchè mi ha comunque dato ai nervi...
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento