domenica 6 aprile 2014

Once Upon a Time in Wonderland episodio 13: And They lived...


Inizialmente questo telefilm non mi piaceva molto ma poi mi ha appassionato, sopratutto gli ultimi episodi erano davvero molto coinvolgenti. 
Prima di vedere l'episodio 13, cioè l'ultimo, ero già preparata ad assistere a uno sterminio quasi, diciamolo: ultimamente sembra che negli studios si sia dato il via alle uccisioni di massa dei personaggi. Il titolo però era incoraggiante "And they lived..", più promettente di così!
Questa serie si compone di un'unica stagione, composta a sua volta da 13 episodi, andati in onda dal 10 ottobre 2013, al 3 Aprile 2014. La serie, che è uno spin-off dell'ormai famoso Once Upon a Time, non ci lascia come se fosse stata interrotta, ma con un finale vero e proprio.
Ho già scritto alcuni post su questa serie, ma questo è dedicato principalmente alla sua conclusione. Come mio solito inizierei con un piccolo riassunto di quello che è successo. Ci sono dodici episodi da riassumere quindi diventerà un pò lungo come riassunto.

Cominciamo dall'inizio: Jafar (Naveen Andrews) è nel paese delle Meraviglie alla ricerca del terzo genio della lampada: Cyrus (Peter Gadiot). Ad aiutarlo c'è la Regina Rossa, Anastasia (Emma Rigby), la quale all'inizio della storia cattura il genio per il suo alleato, facendo credere ad Alice (Sophie Lowe), la precedente proprietaria della lampada, nonché fidanzata di Cyrus, che lui sia morto. La storia inizia con un Alice distrutta dal dolore che è stata rinchiusa dal padre in un ospedale psichiatrico. 
A tirarla fuori da quell'orrido posto (la storia è ambientata in un periodo simile al nostro '800 e va da se che i manicomi non erano proprio il massimo) è il Fante di Cuori, anche noto come Will (Michael Socha), che lasciando la sua "tranquilla" vita a Storybrook nel Main (si, proprio quella di OUAT, d'altronde è uno spin-off), grazie al coniglio bianco, va a salvare la vecchia amica. Inizialmente restia ad andarsene, Alice accetta quando Will le rivela che Cyrus è ancora vivo ed è tenuto prigioniero. Decisa a salvare il suo amato, la ragazza fugge e torna nel Paese delle Meraviglie dove, con l'aiuto di Will, in cambio del quale la ragazza gli cede uno dei suoi tre desideri, Alice inizia la sua ricerca.
Ben presto però diventa chiaro che la Regina Rossa e Jafar hanno tramato per far tornare la ragazza nel paese delle meraviglie: hanno infatti bisogno della lampada di Cyrus che i due avevano nascosto e che lei esprima i suoi desideri. Alice però non ha nessuna intenzione di farlo e tra una peripezia e un'altra riesce a scoprire dove è tenuto prigioniero Cyrus. Purtroppo però Jafar riesce, facendo del male a Will e al padre di Alice, ha far esprimere i due desideri alla ragazza. La Regina Rossa poi, minacciando la famiglia del Bianconiglio, lo costringe a tradire Alice e a consegnare a lei la lampada di Cyrus.
Durante il telefilm scopriamo tra l'altro l'interessante storia dell'ex Fante di Cuori: Will era un ladro della foresta di Sherwood che insieme ad Anastasia, l'attuale Regina Rossa, di cui era innamorato, lascia il proprio mondo per entrare nel paese delle Meraviglie, il quale ben presto si rivela poco "meraviglioso" per i due che praticamente non hanno nulla. Entrati nel palazzo del re per rubare, vengono scoperti, ma l'uomo fa una proposta alla ragazza: sposarlo e diventare regina. Lei accetta e lascia Will, il quale soffrendo enormemente per la cosa, con l'aiuto della precedente Regina di Cuori, rinuncia al suo cuore. La storia ci viene mostrata quando Will viene tramutato in pietra di Jafar, la regina con l'aiuto di Alice lo libera dalla maledizione, rendendo chiaro che lei prova ancora qualcosa per lui.
Cyrus riesce infine a scappare dalla sua prigione. ma cade in una trappola della Regina Rossa, la quale, dopo che è stata tradita dai suoi stessi servi del palazzo, gli dice che l'unico modo per salvarsi da Jafar è fuggire dal Paese delle Meraviglie. Insieme, dopo che lei ha recuperato la lampada, i due si dirigono al vecchio rifugio che Cyrus aveva creato per lui e Alice. Lì incontrano Alice e Will, e Anastasia confessa loro che le lampade servivano per poter ribaltare le regole della magia, così facendo lei voleva usare la magia per far innamorare nuovamente di lei Will. La donna ammette che tanti anni prima aveva commesso un errore e dice agli altri che devono scappare, il prima possibile. Prima che riescano a fare una sola mossa però, un fulmine mandato da Jafar tenta di colpirla, lei lo devia per proteggersi e così facendo colpisce Will che si riduce in fin di vita.
Anche Alice cade a terra in preda ad un dolore tremendo, questo capita, viene spiegato a Cyrus, perchè lei aveva espresso il desiderio che qualunque cosa accadesse al Fante di Cuori accadesse anche a lei, così da proteggerlo da Jafar. Will per salvarla esprime il desiderio che la ragazza gli aveva dato, chiedendo che venga liberata dalla sofferenza. Così facendo libera Cyrus dalla condizione di genio della lampada e diventa lui stesso il nuovo genio. Con i desideri ormai esauditi la lampada svanisce in cerca di un nuovo padrone.
Intanto Jafar mette sulle loro tracce il più potente mostro del paese delle meraviglie: il Ciciarampa, che qui non è un vero e proprio mostro, ma più che altro una persona orribile (interpretata da Peta Sergeant) che entra nella mente delle persone e usa le loro paure per ucciderle. Il mago manda questo mostro a caccia della lampada, la quale è stata trovata da una vecchia amica di Will, "Lucertola". Sulle sue tracce ci sono anche Alice, Cyrus e Anastasia, che però incontrano non pochi problemi nel raggiungerlo, a causa del fatto che la Regina Rossa è davvero molto odiata.
Alla dine Anastasia riesce a recuperare la lampada, ma viene catturata da Jafar, che rendendosi conto che la tortura sarebbe servita a poco, le manda contro proprio il Ciciarampa, che la obbliga a esprimere tre desideri. Una volta in possesso delle tre lampade, Jafar si accorge che la sua magia su di Will non funziona.
Intanto Alice e Cyrus sono andati al Pozzo delle Meraviglie dove scoprono che per liberare Will e gli altri geni delle lampade devono rendere l'acqua che Cyrus anni prima aveva rubato. Sembra infatti che l'ex genio della lampada e i suoi fratelli per salvare la vita alla madre presero l'acqua del pozzo, nonostante colei che la custodisse avesse detto loro di non farlo. La donna si salvò ma i tre figli, per le loro azioni, vennero maledetti. Per salvarli la madre decise di creare un incantesimo, usando le tre lampade dove erano rinchiusi i propri figli, così da avere il potere di trasgredire le regole della magia e salvarli. la donna però viene tradita dal suo apprendista, Jafar, e trasformata in uno scettro.
Alice e Cyrus si introducono nelle prigioni per salvare Anastasia e Will. La donna si comporta infide da brava regina, dando ordine a un suo ex sottoposto di avvertire tutte le persone del Paese delle Meraviglie di fuggire il più in fretta e il più lontano possibile. Una volta arrivati nelle prigioni, il Ciciarampa, leggendo il cuore di Alice, scopre che la ragione per cui i poteri di Jafar non funzionano su Will è che quest'ultimo non ha più il suo cuore. Alice e Cyrus riescono a fuggire e si recano a Storybrook per recuperarlo, così da fare in modo che non entri in possesso di Jafar, ma una volta tornati vengono attaccati proprio da quest'ultimo che si impossessa del cuore, perdendo però il proprio scettro. Lo stesso scettro in cui Jafar aveva rinchiuso la madre di Cyrus e che ora si rifiuta di obbedirgli e di attaccare il figlio.
Jafar rende il cuore a Will e poi, per costringerlo ad obbedirgli uccide davanti ai suoi occhi Anastasia, proprio dopo che si erano ricongiunti. Il mago dice al genio che l'unico modo che ha per riaverla è aiutarlo ad avere abbastanza potere da trasgredire le regole della magia. Il genio accetta di andare a riprendere lo scettro che ora è in possesso di Alice e Cyrus, ma una volta ritrovati i due amici, e con l'aiuto del Ciciarampa, i quattro ordiscono un piano per salvare Anastasia e sconfiggere Jafar. Così Alice libera il padre di Jafar, che l'uomo aveva imprigionato, mentre Amara, ormai tornata all'aspetto umano, va a salvare i propri figli. Jafar uccide Cyrus per costringere Amara ad aiutarlo con l'incantesimo.

Ed eccoci arrivati finalmente all'ultima puntata: And They Lived. Diciamolo, il titolo premette bene!
Una volta che l'incantesimo è riuscito, Jafar prova a ucciderle Amara, ma viene fermato dal padre, al quale subito fa un incantesimo così che finalmente lui lo ami. Dopo di che lo uccide, poichè è questo che voleva, che l'uomo sapesse cosa si prova a essere ucciso da qualcuno che si ama. Se siete come me a questo punto starete pensando: "cioè, rompi le palle per 12 episodi per niente?", nel caso non fosse chiaro, la risposta alla domanda retorica è sì, le ha rotte per niente.
Intanto Alice e Amara si rifugino a casa del Bianconiglio dove salvano la vita a Cyrus.
Jafar libera Will dalla lampada, imprigionandolo dentro un triangolo magico e gli rivela di aver riportato in vita Anastasia, che in tutta la sua bellezza si presenta viva davanti a Will. Il genio è felicemente sorpreso, ma non tutto è come prima, Jafar infatti chiarisce subito che anche se ha riportato in vita la Regina Rossa ora lei ama lui e non prova più nulla per Will. Dopo questo il mago riporta invita i morti del cimitero del Paese delle meraviglie perchè si uniscano al suo esercito. Sinceramente in quella scena mi giravano alquanto le scatole: insomma, si può avere un lieto fine per questo povero cristo?
Intanto Amara, Cyrus e Alice si stanno dirigendo al Pozzo per restituire l'acqua, così facendo Jafar perderà i suoi poteri. Alice però non è felice della soluzione: in questo modo Anastasia non tornerà in vita e Will perderà il suo amore. Purtroppo però non c'è altra soluzione e il gruppo si divide: Alice va dal Bianconiglio per riunire un esercito per sconfiggere Jafar, mentre Cyrus e Amara si dirigeranno al pozzo. Ben presto però l'esercito riunito da Alice si rivelerà troppo debole e la ragazza verrà fatta prigioniera. Condotta al cospetto di Jafar e legata a una sedia, la ragazza scoprirà che Anastasia è viva e che grazie a un incantesimo è ora innamorata del mago. il tutto mentre Will, impotente, osserva la situazione dalla sua prigione.
Jafar chiede alla ragazza se sa quali sono le regole della magia, le tre cose che non si possono fare e cioè riportare in vita i morti, far innamorare qualcuno e cambiare il passato. Il mago minaccia la ragazza di cambiare il passato e fare in modo che lei non incontri mai Cyrus, se non gli rivela subito dov'è Amara. Anche Will la incoraggia a parlare per salvarsi.
Sebbene inizialmente sconvolta, la ragazza si riprende in fretta, d'altronde è la nostra eroina e ne ha passate tante, sa rialzarsi quando cade! Alice dice a Jafar di cambiare pure il passato se vuole, gli dice con chiarezza che l'amore che prova per Cyrus per lei è tutto e che è più potente di qualunque magia, perciò non importa cosa Jafar le farà perchè niente cambierà il fatto che lui non saprà mai cos'è il vero amore e che quello che prova per lui Anastasia non è altro che un illusione, una bugia, proprio come l'amore del padre di Jafar. Tutto ciò che lui ha, afferma la ragazza, sono solo dei trucchi, ma niente di reale, per questo che faccia pure, perchè tutta la magia del mondo non potrà fargli provare quello che prova lei e perchè il vero amore non può essere distrutto. Insomma, degno di una favola, no?
I soldati tornano con la notizia che Amara è sparita insieme a Cyrus al di la di due porte rosse. Jafar allora chiede ad Anastasia dove conducano e la ragazza rivela che portano al Pozzo delle Meraviglie. Una volta che Jafar è andato Will tenta di distrarre Anastasia così che non si accorga che il Bianconiglio è arrivato a palazzo per salvare Alice. Will dice alla Regina Rossa che lei sa che il vero amore non è quello, perchè non è così semplice, anzi è un gran casino. Le fa un discorso dolcissimo e le dice che alla fine quando si ama veramente ci si perdona sempre e dopo averle detto che la ama, rompendo i vincoli della sua prigione, con un bacio Will spezza l'incantesimo.
La Regina torna in sè e libera subito Alice, la quale raggiunge Amara, Cyrus e Jafar al Pozzo. La ragazza arriva giusto in tempo per impedire a Jafar di uccidere Cyrus, ma non prima che il mago abbia ucciso la madre dell'ex genio. La ragazza dice a Cyrus di sbrigarsi a rendere l'acqua, ma prima che questa finisca nel pozzo Jafar se ne impossessa liberandosene. Jafar chiede a Alice cosa ha intenzione di fare ora che lui gli ha rubato l'acqua. "Niente" risponde la ragazza, perchè l'acqua non è stata rubata a lei.
Nix appare dal pozzo e come anni prima decreta che per aver fatto prevalere i propri desideri sul destino Jafar venga punito diventando un genio e venga condannato quindi a realizzare i desideri degli altri.I geni sono liberi, gli incantesimi di Jafar annullati: questo però significa che anche Anastasia, che era stata riportata in vita da lui, tornerà morta. Infatti ci ritroviamo a fissare uno sconsolato Will che guarda il corpo dell'amata ormai priva di vita, disteso e immobile. Alice lo raggiunge e dice a Will che Anastasia non sarebbe dovuta morire. La ragazza spiega a l'ex Fante che se anche la Regina Rossa aveva concluso il suo destino, lo stesso non era per Anastasia e quindi Nix aveva dato loro l'acqua per riportarla in vita. Lo ammetto, a questo punto praticamente ballavo.
Le avventure nel paese delle meraviglie sono concluse ed è il momento di tornare a casa, insieme a Cyrus Alice fa ritorno nella sua Inghilterra e con la benedizione del padre convola a nozze. La ragazza si sposa in casa, ad officiare la cerimonia il Bianconiglio, mentre il padre la accompagna all'altare e la concede all'ex genio della lampada. Ospiti in questo giorno pieno di gioia ci sono, oltre al padre, la matrigna e la sorella di Alice, la moglie del Bianconiglio, Will e Anastasia, i fratelli di Cyrus... C'è gioia nell'aria e amore, che si trasmette anche senza bisogno di parole, infatti non ci sono parole,ma solo musica, almeno fino a che il coniglio non dichiara i due innamorati marito e moglie, dicendo loro che eviterebbe la formula classica "Nella gioia e nel dolore.." perchè ne hanno già passate tante e augura loro di vivere felici e contenti per sempre.
La cerimonia, bellissima, è conclusa e arriva il momento di salutarsi. Alice ringrazia il Bianconiglio per averla portata nel paese delle meraviglie, lui le dice molte persone vanno e vengono da quelle parti, ma che solo le persone speciali riescono a coglierne il vero messaggio: ritrovare se tessi. Lei c'è riuscita. Tuttavia la separazione più commovente è quella da Will: il suo migliore amico, nonchè compagno di viaggio, che è stato con lei fin dall'inizio.
La scena si sposta nel futuro e ci mostra una bellissima conclusione: Alice, che è diventata madre, racconta alla figlia le proprie avventure che ha raccolto in un libro, rivelando che Will e Anastasia sono tornati nel paese delle meraviglie per diventare il re e la regina Bianchi e che insieme al Bianconiglio hanno riportato il regno all'antico splendore.
Presto le due vengono raggiunte da Cyrus con il té e i pasticcini e si siedono tutti e tre insieme mentre, da lontano, nascosto, li osserva il Bianconiglio.

Sinceramente questa fine da favola mi ha fatto sorridere e anche un pò commuovere, è il classico e vissero felici e contenti che non passa mai di moda.
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento