lunedì 13 ottobre 2014

MacRieve di Kresley Cole



<<L'atteggiamento di Chloe nei confronti del proprio aspetto poteva essere descritto come 
"Se ti piaccio così è bene, altrimenti arrangiati, brutto stronzo".>>

Mi ero ripromessa di non comprarlo, me lo ero imposta. Basta Cole, è infinita, prenderò solo i personaggi che mi interessano. Me lo sono ripetuto davanti al libro non so quante volte... poi l'ho preso in mano e sono andata alla cassa, come ogni persona sensata avrebbe fatto.... xD

Titolo: MacRieve
Titolo originale: MacRieve
Autore: Kresley Cole
Editore: Leggereditore
Data di Pubblicazione: Agosto 2014
Pagine: 440
Prezzo: € 14.00
Trama: Uilleam MacRieve credeva di aver sepolto per sempre i fantasmi della sua infanzia, ma quando una tortura brutale gli fa rivivere quell'antica agonia, l'orgoglioso scozzese comincia a bramare l'oblio della morte. Finché non incontra lei, un'umana piena di vitalità e coraggio, che lo salva dall'abisso nel quale stava precipitando. Venduta come schiava, Chloe Todd viene offerta alle creature del buio ed è sicura che non sopravvivrà alla notte. Finché non la rivendica un malvagio immortale, che però ha negli occhi uno sguardo straziante e possiede un tocco che la fa bruciare di desiderio. Ma si può amare e temere qualcuno allo stesso modo? E riuscirà MacRieve a salvarla da sé stesso?

Voto: 

La mia opinione: La Cole è una sadica. Lo sapevate. Io lo sapevo. Certo, il livello di sadismo in cui arriva a questo libro mi ha lasciato sorpresa, ma non è una novità. 
La storia di figo e strafigo, o meglio di Uilleam e suo fratello gemello è piuttosto tragica. Il primo, abusato sessualmente quando aveva nove anni da una succuba, è convinto di aver distrutto la sua famiglia in quanto, una volta scoperto l'accaduto, la madre dei ragazzi è andata ad affrontarla e ha finito per venir uccisa. Questo ha portato il loro padre al suicidio. Per 900 anni MacRieve ha continuato a uccidere tutte le succubi che incontrava finché Nix, con il suo classico modo di fare da persona fuori di testa, lo ha fatto rinchiudere dall'Ordine. Questo lo ha portato a incontrare Chloe, figlia del direttore del centro esperimenti, e sua compagna. Della serie, dopo tutte le disgrazie finalmente una cosa buona? No. Perchè questa povera crista, che io adoro, è anche per metà succuba. Quando si risveglia e diventa immortale lui inizia a trattarla da schifo, ma proprio da schifo. Tanto che gli avrei detto quello che si ripeteva sempre Chloe quando si faceva male in campo: "Fattela passare!". Ho apprezzato moltissimo il modo in cui affronta le cose, al contrario della protagonista de "Il richiamo dell'ombra", sebbene mezza umana Chloe è davvero una con gli attributi. Ho adorato il fatto che dopo essere diventata una succuba non abbia assunto nessun comportamento descritto da MacRieve, al quale avrei sinceramente dato un paio di ceffoni.
Più che Uilleam, a me è piaciuto Munro, peccato che il romanzo si interrompe in un punto poco bello per lui. Sinceramente non vedo l'ora che esca il suo! Per quel che mi riguarda è lui lo strafigo dei gemelli figo e strafigo! xD

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento