lunedì 4 novembre 2013

Lucca Comics&Games 2013

Diario di bordo: correva l'anno 2013 quando il 1° novembre aprii gli occhi ad un'ora insolita: le 6:40 del mattino. Il cielo aveva ancora le sfumature scure della notte quando mi misi in viaggio per la stazione. L'alba alle spalle, partii alla volta di Lucca con il treno delle 7:20 da Pescia. Questo fu l'inizio di tutto! XD

Il Lucca Comics and Games si tiene ogni anno per circa 3/4 giorni a Lucca per l'appunto. Le date variano, ma rimaniamo di solito intorno alla fine di ottobre e i primi di novembre. L'interno delle mura, dove negli ultimi anni hanno spostato l'evento, diventa una bolgia composta da stand che si snodano per mille strade e una marea umana che lentamente ricopre ogni superficie percorribile. 
A iniziare dalle biglietterie accanto alla stazione, in cui la fila è talmente lunga che a guardarla ti chiedi se più che a comprare il biglietto, lì non regalino milioni, fino ai primi capannoni bianchi che sorgo lungo le strade dietro porta San Pietro, dove la gente lentamente inizia ad ammassarsi, si respira in qualche modo un'aria festosa e sprizzante di energia. (Nelle biglietterie all'interno delle mura va lievemente (ma solo lievemente) meglio).
Tragicamente hanno spostato la mia biglietteria strategica, dove il 90% delle volte non c'era mai fila. 
Dopo aver fatto il biglietto mi sono fiondata a visitare il capannone con le principali case editrici, dove fortunatamente di mattino presto puoi ancora muoverti, e ho iniziato a fare man bassa di nuove uscite, per poi passare al Japan Palace.
Ora, devo dire che mai come quest'anno mi sono posta la fatidica domanda: perchè proprio lì? Il Japan Palace è dentro un'edificio, le bancarelle si snodano lungo il loggiato, in cui di solito passi a stento perchè, giustamente, la gente si ferma a guardare la merce esposta. Cosi, ti riduci in versione sottiletta, tentando di passare tra una persona e l'altra per vedere lo stend. Il massimo tutta via è stato dopo le 11, quando la marea umana ha invaso la piazza: impossibilità totale di entrare lì dentro, le persone erano troppe e c'era la fila, non oso immaginare la situazione all'interno. Nella mia testa è nata spontanea l'immagine di un branco di sardine pressate che strisciavano le une sulle altra nel tentativo di vedere qualcosa. Raccapricciante, semplicemente.
I cospley erano bellissimi!!! Le persone che giravano travestite erano tantissime, spesso giravano in gruppi. Ogni tanto mi chiedevo, sopratutto di mattina presto, come facessero ad andarsene in giro vestiti così leggeri o proprio scoperti: la temperatura non era quella di dicembre, ma non era nemmeno quella di agosto! Eppure sfoggiavano traquillamente magliette a miache corte, gonne corte, e a volte andavano anche a giro a petto nudo. Io sarei morta di freddo >_<
Il mio cosplay preferito è stato quello di Totoro (nella foto accanto), appena l'ho visto mi sono brillati gli occhi! Avrei voluto farci una foto insieme ç_ç
Non ho invece fatto caso al mega martello di Thor che primeggiava in piazza San Michele. Però ho visto i ragazzi che lavoravano grandi lastre di ghiaccio...
Ho fatto su e giù per il fillungo tante di quelle volte che non sto a contarle, ho visto torre Guinigi (di cui ignoravo l'esistenza, carina comunque), pranzato con la mia migliore amica e il suo ragazzo, il quale devo dire ha un discreto spirito di sopportazione, preso il caffè con un'altra mia amica, e preso il treno alle 16:30.
La giornata è stata bellissima e soffocante insieme. Muoversi per Lucca è pressochè un suicidio, eppure c'era gente che tentava di spostarsi in macchina (FOLLIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!). Le strade erano interamente occupate da persone, piene fin quasi a scoppiare. Uomini, donne, adolescenti, bambini: tutti riuniti per le strade. Penso che gli abitanti di Lucca si siano per lo più barricati in casa. La foto che ho messo qui accanto è fatta da piazza Napoleone. Da lì fino alle mura si vedeva una fiumana di persone, un mare di testa, che riempiva ininterrottamente la strada... Impressionante, lo assicuro!

Cavoli quanto amo questo evento!
Passo il 90% dell'anno circondata da persone che dei miei interessi non condividono niente. Una volta l'anno però, per un giorno, sguazzo in un mare umano di gente a cui piacciono le stesse cose che piacciono a me.
Lì siamo, perdonatemi la metafora, tutti meli! XD



Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento