martedì 16 ottobre 2018

Devil's Line: un piccolo capolavoro di Ryou Hanada



Buonasera lettorucci miei,
stasera parliamo di vampiri! E che vampiri! Non dei vampiri qualunque, ma quelli di Devil's Line ! Volevo parlarvene da un bel po', da quando ho visto l'anime e me ne sono follemente innamorata. Lo adoro tantissimo, mi sono precipitata a leggermi il manga in inglese, poi quando ho raggiungo i capitoli usciti ho iniziato a vedere se c'era qualcosa in italiano e ho aggiunto all'elenco di cose da comprare "Devil's Line".
Quindi oggi parliamo di Devil's Line e di vampiri. =3



Devil's Line
di Ryou Hanada
Volumi: 12 (in corso)

pubblicato da Planet Manga

Anno di inizio pubblicazione: 2013
Genere: seinen, romantico, sentimentale, fantasy.

Giappone (al solito). I vampiri vivono tranquillamente in mezzo agli umani, il loro aspetto in tutto e per tutto simile a quello delle persone normali, confondendosi con loro senza farsi scoprire. Queste creature non del tutto umane non hanno bisogno di bere sangue, ma quando bramano qualcosa o si arrabbiano, possono diventare mostri incontrollabili e commettere azioni terribili, che normalmente non sarebbero in grado di fare.  Il governo è però è a conoscenza della loro esistenza, tanto da aver creato delle squadre speciali per controllarli.
Tsukasa, una normale studentessa universitaria, un giorno viene attaccata da un suo amico, un vampiro innamorato di lei e che per questo aveva peso il controllo. A salvarla appare Anzai, un  mezzo vampiro che interviene. Anzai è membro di un organizzazione segreta specializzata nel contrasto dei crimini perpetrati dai vampiri nella città d Tokyo. Dopo questo episodio Anzai, non riesce staccarsi da Tsukasa e continua a vegliare su di lei. Tra i due nasce uno stretto legame che mette a dura prova il mezzosangue, il quale aveva giurato a se stesso di non bere mai sangue umano…

Voto:


Sia l'anime che il manga sono assolutamente un amore, molto in stile Twilight data anche la trama, ma davvero coinvolgenti. L'intreccio è ricco e la storia tra i due è molto dolce, si incastra perfettamente in tutto il marasma che succede.
L'anime è composto di soli 12 episodi, ma regala comunque un finale allo spettatore, per quanto aperto. Il manga va avanti da un bel po', tanto che la storia dell'anime credo venga superata già al quarto volume, forse al quinto.  Ho amato diverse cose di questa storia.
E' bellissimo che ci sia un intreccio molto ricco, che riguarda il fatto che i vampiri abbiano problemi a convivere con gli umani e che un gruppo di persone che è al corrente della loro esistenza tenti di renderla pubblica con lo scopo di far rivoltare le masse contro di loro. La storia tra i due si incastra in una trama più ampia in cui i due non sono il centro, sebbene ne siano i protagonisti. 
E' fantastico che non si tratti della solita storia platonica (ora non pensate male, le scene non sono esageratamente spinte!) e che venga sviluppata pian piano, ma senza rimanere eternamente inchiodata come in altri manga.
Adoro lui, Anzai, con la sua storia (adoro alla follia la storia dei suoi genitori!!!!) e il suo passato, + assolutamente fantastico.
Adoro alla follia i personaggi di contorno. Insomma, adoro ogni cosa!!!! Ogni singola cosa, dai personaggi, alla trama, è fantastico. Ti fa quasi dimenticare che in effetti i disegno fanno abbastanza schifo. Non tanto quelli dell'anime, che ancora ancora sono decenti, ma quelli del manga.... quelli del manga richiedono accettazione e comprensione. La più grande pecca del manga sono quelli. Cioè non è che è disegnato male, ma il tratto... il tratto lascia tanto a desiderare.

Quindi consigliato? Direi di si. L'anime ad occhi chiusi, il manga... beh, vuoi sapere come va avanti, non puoi evitarlo.




Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento