martedì 25 ottobre 2016

Makai Ouji: Devils and Realist di Madoka Takadono e Utako Yukihiro


In questo meraviglio o abbastanza movimentato Halloween torniamo a parlare di manga, anche perchè manca poco al comics e ho tipo una valanga di manga da recensire, con questo Josei, che ero convintissima essere uno shonen...

Makai Ouji: Devils and Realist
scritto da Madoka Takadono e disegnato da Utako Yukihiro
Volumi: 13 (in corso)
edito da GOEN
Anno di pubblicazione: 2009

Casa editrice:  Ichijinsha
Rivista:  Comic Zero Sum
Genere: josei, commedia, scolastico, soprannaturale

William Twining è un adolescente ricco e estremamente intelligente, che frequenta una scuola prestigiosa e vive in una grande villa con il suo maggiordomo e suo zio. Ma quando gli affari di suo zio vanno a rotoli, finisce in bancarotta.Deciso a continuare la scuola, Twining cerca qualcosa da vendere dentro casa, così da potersi permettere la retta.così facendo finisce in una stanza segreta e evoca inavvertitamente un demone. Dantalion, questo è il nome del demone, rivela a William l'esistenza di un antico legame tra la sua famiglia e i demoni. La famiglia Twining infatti discende da Salomone e in quanto suo ultimo erede, William è l'unico a poter nominare un "sostituto" per il ruolo di re del mondo dei demoni!
Da quel momento in poi i candidati a questo ruolo appariranno nella vita del ragazzo, cercando con ogni mezzo di farsi scegliere come prossimo sovrano.

Voto:

Il manga è troppo carino. Lo adoro, impossibile non farlo! Fa profondamente ridere. Questo sopratutto grazie al protagonista, William Twining, intelligente e dotato di una mante logica incapace di concepire l'esistenza dei demoni. Infatti ripete a coloro che si presentano per persuaderlo a sceglierli come prossimi sovrani che i demoni non esistono, che sono solo un insieme di atomi e a questa convinzione rimane ancorato saldamente, nonostante tutto. E' questo che di fatto lo rende davvero divertente.
Da parte loro i demoni non desistono, e mentre uno dopo l'altro appaiono come figure più tormentate che malvagie, il legame che legava Dantalion a Salomone si fa sempre più misterioso, profondo e interessante. Se lo volesse, ma ne dubito, l'autore potrebbe farne tranquillamente uno shonen ai, almeno secondo me. Anche se forse questo farebbe perdere alla storia quel tocco di comicità che la rende tanto irresistibile.
Che dire poi dei disegni? Io li trovo splendidi, anche le tavole sono molto curate. Insomma, il manga merita davvero... nonostante sia GOEN (oddio, quanto ho iniziato ad odiare la GOEN!!!!), solo che è in corso... in Giappone.... e questo vuol dire... vedremo mai la fine? E se dopo anni (e anni, e anni, e anni, e ancora altri anni) vedessimo la fine e facesse schifo? (Scusate la mancanza di ottimismo, è crollato il soffitto del bagno in casa mia).
Dal manga è stato anche tratto un anime che ho in programma di vedere quanto prima.
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento