martedì 13 ottobre 2015

American Horror Story: Hotel



Okay, lo ammetto: una delle ragioni per cui è uscito questo post è che io ADORO questo telefilm e non potevo resistere, anche se non ho difficoltà ad ammettere che AHS sia ovvio come telefilm adatto ad Halloween. Anche l'anno passato avevo consigliato un paio di stagioni molto carine (le mie preferite), lasciando dalla parte Asilyum e Freack Show che non mi erano piaciute (in realtà per il secondo dovrei dire "Non mi stava piacendo"). 

American Horror Story: Hotel è.... come cavolo è? Al di là dell'essere un telefilm adatto ad Halloween (anche solo il nome lo classificava come telefilm adatto ad Halloween), al di là di adorare alcuni attori e attrici che ci recitano, al di là di aver osservato affascinata il primo spaventoso episodio... beh, non c'ho capito assolutamente un tubo!
Siamo a Los Angeles -di nuovo-, in un Hotel dagli arredi retrò - anche questo mi verrebbe da dire come al solito - in cui il colore predominante qui è il rosso in diverse sfumature e in cui aleggiano spaventose, inquietanti e decisamente malevole - si, sempre come al solito-. La novità? Sempre che vogliamo chiamarla così. La novità è che non hai davvero idea di quale sia la storia dopo il primo episodio, che risulta decisamente frammentato e caotico. Ancor meno hai idea di cosa infesti l'hotel... Sono fantasmi? Vampiri? Un misto? Cosa cappero sono?

Il primo episodio, uscito la settimana scorsa, inizia con due ragazze bionde che vanno a soggiornare nell'hotel e che rimangono vive e attive per meno di mezzo episodio. Poi passiamo ad altri personaggi, tanti, tantissimi altri personaggi. Non vengono approfonditi, è solo tanta carne al fuoco che ha bisogno di essere cotta... E così l'episodio diventa un carosello con bambini inquietanti che svaniscono nel nulla, corpi che escono dal materasso, Lady Gaga  (che si è rivelata brava come attrice) e Matt Bomer (il mio bellissimo, unico, meraviglioso Matt Bomer) che uccidono una coppia durante il sesso e bevono il loro sangue (beh, poco, il più va sprecato), sembrano vampiri ma se ne stanno tranquilli sdraiati al sole. Forse il personaggio della Bates, che interpretala recepsionist, è un sociopatico essere umano (stavo per scirvere "normale", ma siamo in AHS, di normale c'è sempre poco)... A metà episodio compare un serial killer e anche il detective che gli da la caccia, e tu non sai bene cosa cavolo c'entri, ma sai che in qualche modo ce lo faranno entrare: e infatti l'uomo va a dare la caccia al serial killer proprio a quell'hotel. Tutto è connesso in qualche modo, ma tutto nel primo episodio è un grandissimo marasma.

E noi? Noi non possiamo che aspettare l'uscita di un nuovo meraviglioso, intricatissimo e forse incomprensibile episodio....
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento